Dichiarazione del Consigliere regionale Fabiano Amati, con riferimento al provvedimento di riduzione temporanea dei posti letto nel reparto di medicina e lungodegenza dello stabilimento di Ostuni-Fasano, per assicurare le ferie estive al personale.
“Capisco le ferie e la durata solo estiva del provvedimento, così come capisco la scarsità del personale rispetto alla pianta organica. Sono però consapevole che questi sono problemi di tutti, compreso il personale medico e paramedico, e non solo dei cittadini o dei politici. Mi risulta dunque incomprensibile il motivo per cui il disagio della stagione estiva debba essere caricato solo sui cittadini che ricorrono al presidio di Fasano. Chiedo pertanto l’intervento del Direttore generale e del Direttore sanitario della ASL Brindisi, dei quali conosco il valore, la serietà e l’equilibrio.
La soluzione che propongo è la riduzione temporanea dei posti di medicina e lungodegenza nell’intero stabilimento di Ostuni-Fasano, con la flessibile occupazione dei posti letto in base alle richieste di assistenza. Per far questo è però necessario che il personale dell’intero stabilimento non ponga ostacoli nell’assicurare la turnazione nei due presidi. A questo proposito vorrei ricordare, perché temo che ce ne sia sempre il bisogno, che il personale è a disposizione dell’intero stabilimento e non delle singole sedi di lavoro di Ostuni e Fasano.
Diversamente sarebbe sin troppo chiaro che il motivo delle ferie unito alla resistenza del personale a muoversi da un presidio all’altro, peraltro per qualche mese, vengano considerati prevalenti rispetto alla salute dei cittadini. E a questo reagirò senza tregua.”

POTRESTI ESSERTI PERSO: