20140618 202804 73684376
20140618 202804 73684376
Pubblicità
Pubblicità

Si scaldano i motori in vista del prossimo consiglio comunale, la coalizione di centro sinistra facente capo all’ex sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella, dopo il successo ottenuto nell’elezione provinciale, torna a parlare del prossimo consiglio comunale.

I consiglieri delle civiche e dei socialisti, in una nota stampa tornano ad attaccare il Partito Democratico.

Di seguito la nota

Le speranze che l’esito della competizione elettorale per la Provincia di Brindisi, che ha visto l’elezione dell’avv. Domenico Tanzarella, quale rappresentante del Centro-Sinistra di Ostuni in seno al Consiglio Provinciale, potesse indurre a ragione gli amici del PD ostunese, facendo prevalere le ragioni della unità della coalizione e del rispetto del corpo elettorale, rispetto a meschine rendite di posizione di natura personale, sembrano essere naufragate.

Ad Ostuni, a differenza di quanto accade nella intera provincia, il PD si è ormai ridotto a mero supporto, seppur importante e decisivo, della giunta di centrodestra.

Ed infatti, non appena all’interno di quest’ultima emergono latenti contraddizioni, contrasti, tradimenti etc, ecco che arriva il “soccorso rosso” del PD a Coppola ed il Partito, che avrebbe dovuto guidare l’opposizione alla giunta di centrodestra,  diventa determinante con i suoi voti per l’approvazione del bilancio insieme ad Ostuni Tricolore, Fratelli d’Italia, Forza Italia etc.

Tutto questo di fronte ad un’azione amministrativa della Giunta capeggiata da Coppola che si sta caratterizzando per essere la peggiore Amministrazione che Ostuni abbia mai avuto, un’Amministrazione tesa più a consumare vendette, che a proporre un’ azione di rilancio per la nostra Città.

In questi tre mesi il Sindaco Coppola ha solo inaugurato opere già avviate e realizzate dall’Amministrazione Tanzarella, limitandosi ad inneggiare ad un cambiamento che sin ad ora ha avuto come unico risultato, nella delibera di approvazione del regolamento TASI, l’eliminazione di ogni detrazione e agevolazione in favore delle fasce più deboli.

A fronte di tutto ciò, il PD piuttosto che interloquire con le altre forze della coalizione che ha sostenuto Nicola Santoro e dettare l’Agenda amministrativa-programmatica alla giunta Coppola, in modo da incidere concretamente sulle scelte amministrative, preferisce continuare con la azione di supporto in cambio di qualche rendita di posizione, già manifestatasi con la Presidenza del Consiglio, in attesa di quegli “ulteriori sviluppi” che stanno molto a cuore al PD ostunese in questa fase !!!

Sarebbe forse il caso che organismi superiori, visto che il Commissariamento in atto non ha prodotto alcun risultato, intervenissero per ridare una linea politica dignitosa e coerente agli amici del PD di Ostuni che sembrano averla  smarrita da tempo.