Non è certamente facile riuscire a conciliare le esigenze degli operatori commerciali con quelle dei residenti ma è necessario, da ambo le parti, avere più tolleranza e trovare, almeno per questo periodo di ferragosto e sino a fine mese, le soluzioni giuste per promuovere nella giusta maniera il lavoro dei tanti locali del centro storico nel rispetto delle ordinanze e delle regole“.

Il sindaco Gianfranco Coppola risponde così a chi, in questi ultimi giorni, ha espresso le sue lamentele riguardo alla gestione della “movida” nell’area del centro storico, lamentando volumi troppo alti della musica, sia “live”, sia diffusa, sino a notte inoltrata.

Mi sono preoccupato, nelle settimane scorse, parlando con i titolari dei locali pubblici del centro – evidenzia Coppola – di cercare di contenere al massimo la musica e, soprattutto, la tipologia di musica proposta.

E’ chiaro che chi ha comprato una casa nel centro storico d’inverno vive in un’oasi meravigliosa, d’estate però le migliaia di persone che lo affollano, inevitabilmente con la loro presenza capisco che possano creare disagi ai residenti. Ma, anche tenendo conto del maltempo che ha flagellato questa estate, impedire agli operatori di lavorare almeno in questi giorni a cavallo del Ferragosto sarebbe davvero inaccettabile.

La soluzione, a mio parere – continua Coppola, è quella, da ambo le parti, di avere più tolleranza. Io ho già dato mandato alla Polizia Municipale di vigilare in maniera capillare per far rispettare le ordinanze e gli orari entro i quali proporre musica, sia dal vivo, sia diffusa, nei locali. Abbiamo deciso di attivare una deroga dando un’ora in più, sino al 30 agosto: il venerdì e il sabato fino alle 3 ma sempre nel rispetto dei volumi e, lo ripeto, del tipologia di musica erogata, per tutelare anche le legittime istanze dei residenti.

Inoltre – conclude il primo cittadino – ho dato disposizione affinchè si intensifichino anche i controlli nella gestione degli ingressi al centro storico e nel rispetto del decoro urbano che resta una priorità, in attesa di attivare, in sinergia con gli altri sindaci del territorio, un regolamento unico per tutti i Comuni del comprensorio.”

POTRESTI ESSERTI PERSO: