Il reparto di Ostetricia e Ginecologia di Ostuni? Spero non diventi vittima di un vero e proprio accanimento terapeutico.”

Lo afferma ai nostri microfoni il sindaco, Gianfranco Coppola che nelle ultime ore, appresa la notizia della possibile chiusura della divisione interna al nosocomio ostunese, ha immediatamente chiesto e ottenuto, d’intesa con il consigliere regionale Antonio Scianaro (FI), la convocazione di un incontro con il direttore generale dell’Asl di Brindisi, la dottoressa Paola Ciannamea, in programma nella mattinata di domani.

La dottoressa Ciannamea mi ha garantito la sua disponibilità per questo incontro nel quale chiederò tutte le motivazioni che hanno portato a questa decisione così repentina verificando anche la possibilità che si possa addivenire ad una soluzione diversa rispetto ad una chiusura che, se confermata, penalizzerebbe fortemente sia il nostro presidio ospedaliero, punto di riferimento non solo per l’utenza ostunese ma per una larga fetta di territorio.

E questo, soprattutto in prossimità dell’ormai imminente avvio dell’estate, periodo nel quale, com’è noto, la nostra comunità registra un sensibile aumento demografico.

Indipendentemente dal discorso politico – annuncia il primo cittadino – chiederò fermamente che, soprattutto alla vigilia della stagione estiva, non venga assunta alcuna decisione sull’Unità Operativa e che ogni scelta venga effettuata nel mese di settembre. Anzi.

Se proprio qualche decisione deve essere presa questa dovrà andare verso il potenziamento del personale medico ed infermieristico in modo da offrire prestazioni adeguate ai pazienti ostunesi, ma anche ai turisti che per qualsiasi ragione si rivolgeranno alla struttura sanitaria.

E comunque, sarebbe davvero molto grave privarci del diritto di scegliere di far nascere i nostri figli nella nostra città.”

A breve la video intervista

POTRESTI ESSERTI PERSO: