10359225_10203726321669102_3989138700181871728_nUna dedica ai due fucilieri dell’aria ancora detenuti in India e un’altra, la più significativa, alla sua famiglia, alla moglie Eugenia e ai due figli, Domenico e Giuseppe. Indossata la fascia tricolore, un emozionato Gianfranco Coppola ha ricevuto questo pomeriggio, a Palazzo San Francesco, dal Presidente dell’Ufficio Elettorale Centrale di Brindisi, il dottor Giovanni Surdo,  l’investitura ufficiale di nuovo sindaco della Città Bianca.

In una sala consiliare gremita, in cui hanno preso posto tutti i consiglieri eletti della coalizione di centro destra, le personalità politiche che hanno seguito la campagna elettorale di Coppola (i senatori Iurlaro e Zizza, il consigliere regionale Scianaro), i parenti e i tanti amici, il neo primo cittadino ha pronunciato un discorso breve ma incisivo nel quale ha innanzitutto ringraziato l’elettorato e quanti hanno contribuito fattivamente alla vittoria finale in quella che ha definito una campagna elettorale difficile ma entusiasmante.

“Non ci credo ancora – ha esordito poi ai nostri microfoni (nel corso della diretta attivata da ostuninotizie dalle 18) il sindaco Coppola – L’emozione di indossare questa fascia è enorme; mi riempie di gioia ma anche di grandissima responsabilità. Una fascia che mi onoro di portare a distanza di circa 22 anni da quando fu mio fratello Michele Coppola, a indossarla, un sindaco che ancora tutti ricordano per il grande apporto che portò alla città di Ostuni.

Le cose da fare sono tante – ha proseguito Coppola – a cominciare dalla definizione della mia squadra di governo. Auspico l’apertura10426621_10203726321989110_4905815196169027423_n di una linea di dialogo con il centro sinistra, un’assunzione di responsabilità per il bene comune”.

Poi l’abbraccio con moglie e figli, le strette di mano e le foto ricordo.

Dalle 19.30 la diretta su ostuninotizie del comizio di ringraziamento in piazza della Libertà

Eu. Cal.

POTRESTI ESSERTI PERSO: