Alla luce delle notizie riportate dalla stampa nella giornata dell’11 aprile,  mi vedo costretto ad intervenire per  chiarire  e sgombrare il campo da futili polemiche.

Innanzitutto ribadisco e tranquillizzo che la coalizione di centro sinistra, unita e fortemente coesa dopo la celebrazione delle primarie, la cui numerosa partecipazione di cittadini ha confermato la bontà della scelta di alta democrazia operata, marcia compatta con entusiasmo verso le ormai imminenti elezioni.

La mia candidatura, frutto della individuazione compiuta direttamente dalla gente, rappresenta, a ben vedere,  l’unica significativa novità della competizione elettorale.

La legittimazione popolare ricevuta mi abilita e mi consentirà, come peraltro ho già avuto modo di precisare a tutte le forze politiche e alle liste civiche che mi sostengono,  cosa che  hanno incondizionatamente accettato, di esercitare in piena e totale autonomia e indipendenza le prerogative proprie del Sindaco.

La formazione della giunta, che prevederà quale vice sindaco un rappresentante del Partito Democratico,  sarà da me operata secondo criteri di competenza, professionalità, rinnovamento, con presenza di donne e di giovani.

La pari dignità, che riconosco a tutte le forze in campo, per me significa ampia considerazione per i temi, i progetti, i programmi, le rappresentanze, ma  sarà , comunque,  sempre rispettosa dei criteri che ho enunciato innanzi, ai quali non derogherò per nessuna ragione.

Intendo, altresì,  chiarire che la lealtà verso il popolo delle primarie, i partiti ed i movimenti che hanno partecipato alle stesse, impone che la coalizione che mi sostiene sia formata dalla stesse forze che vi hanno partecipato.

Ove vi dovessero essere  nuove intese, le stesse andranno necessariamente condivise con quanti hanno partecipato alle primarie e valutate sulla base della totale e incondizionata adesione al mio programma , oltre che dell’apporto concreto e positivo che può derivarne in termini di presenza sul territorio, conoscenza della Città, rappresentanza, soluzione dei problemi : non sono assolutamente interessato ad aggiungere “sigle e siglette” solo per fare fumo ed ingannare gli elettori.

Le liste, ormai in via di definizione, contengono nomi di candidati, soprattutto donne e giovani, di alto spessore appartenenti a vari ambiti della società, al mondo delle professioni, del lavoro, dell’imprenditoria, della cultura, cattolico, del volontariato, scelti, non già per il “peso dei voti”, bensì per le note e riconosciute doti e capacità di ciascuno di essi di conoscenza delle problematiche della Città, oltre che di correttezza e umanità.

Il mio rinnovamento consiste primariamente ed essenzialmente nel grande patto di lealtà ed onestà intellettuale che ho stretto, in maniera espressa chiara ed inequivoca,  con i partiti e movimenti che mi sostengono, ma che intendo stringere, anche e soprattutto,  con la Città ed i Cittadini che andrò ad amministrare.

Chiarisco che, allo stato, alcun accordo  è stato da me  siglato con il Nuovo Centro Destra,  che pure rimane formazione politica di rilevanza nazionale, impegnata nel governo del Paese con il Partito Democratico.

POTRESTI ESSERTI PERSO: