Pubblicità
Farmacia Matarrese estate 2020 Ostuni
Pubblicità

Riceviamo e pubblichiamo il Documento nazionale dei Giovani Democratici a sostegno di Stefano Minerva candidato alle elezioni europee.

Un errore di battitura: così è stato depennato Stefano Minerva, responsabile saperi e mezzogiorno dei Giovani Democratici, dalla lista dei candidati alle elezioni europee per il collegio sud. E’ successo nella direzione nazionale del PD, con una leggerezza imbarazzante, che lede i principi di fiducia e rispetto che dovrebbero essere il presupposto per le battaglie collettive di un partito.  

Un errore di battitura può essere una virgola sbagliata, una ripetizione in un tema al liceo, non un ragazzo ed una comunità politica, alla quale era stato affidato un impegno grande e chiaro a cominciare dal proprio territorio.

A nome dei Giovani Democratici nazionali e del mezzogiorno vogliamo rivolgere in primis a Stefano un messaggio di stima per il suo lavoro e per l’impegno che sta alla base della sua proposta di candidatura, che era frutto di una indicazione chiara del suo partito regionale e che trovava consenso nell’organizzazione giovanile di tutto il mezzogiorno. Chiediamo al Partito Democratico, al segretario Renzi e al suo vice Guerini – che si è fatto garante nella definizione delle liste – di riparare a questo gravissimo gesto, che offende una persona ed un’intera comunità politica.

Ogni giorno i GD riempiono le sedi del Partito Democratico, si impegnano nelle scuole e nelle università, fanno rete fra le associazioni dei giovani precari, offrono proposte nelle amministrazioni locali e in parlamento. Con migliaia di militanti produciamo conflitto e organizziamo il nostro consenso solo ed esclusivamente sulla base di un impegno ideale forte e coraggioso. Non abbiamo mai anteposto le persone alle battaglie politiche, né preteso posti o posizioni di comodo.

Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne
Promozione Spazio Conad Mesagne

Con la stessa serietà con la quale è stato riconosciuto da tutti, fino alla chiusura del dibattito della direzione nazionale, il pregio e il valore della candidatura di Stefano Minerva, chiediamo che venga immediatamente reintegrato nelle liste del PD per le elezioni europee. C’è una generazione giovane che vuole rappresentarsi da sola e non vuole più accettare i capricci di nessuno.

Di seguito il documento ufficiale con il link per aderire alla petizione

Documento nazionale a sostegno di Stefano Minerva candidato alle elezioni europee che ha fatto registrare 500 sottoscrizioni sulle 800 totali in meno di 24 ore

POTRESTI ESSERTI PERSO...