Pubblicità
Pubblicità

Riceviamo e pubblichiamo nota di Sinistra, ecologia e libertà

Sel saluta con soddisfazione il grande esercizio democratico che si è svolto ieri ad Ostuni a cui il nostro partito ha fortemente contribuito, condividendone modalità, finalità e scopi. L’afflusso del popolo del centrosinistra, accorso in massa, segna un punto importante a favore della pratica della democrazia nei nostri schieramenti, anche a dispetto delle vere o presunte leadership carismatiche che di tanto in tanto, qua e là, credono di poter affermarsi. Una partecipazione tanto corale ha invece, in un sol colpo, scongiurato la paventata scomposizione del centrosinistra ostunese, anzi favorendone la coesione, la robustezza, la forza propulsiva e finanche l’afflato ideale. Quel colpo d’occhio – oltre 5200 persone, mentre due settimane addietro, sempre in occasione delle primarie, le forze del centrosinistra ne hanno mobilitate 11mila in una città dieci volte più grande di Ostuni qual è Firenze – spazza via anche le pretestuose polemiche e lo stesso ardire dei grillismi di varia estrazione che hanno fin qui, per così dire, frinito. La grande partecipazione, che quindi rappresenta ad ora la prima vittoria conseguita dalla coalizione progressista, origina da almeno due fattori. Innanzitutto dalla storia amministrativa della città bianca, retta positivamente ben al di là delle interpretazioni: come dimostrano, infatti, i principali indicatori economici, quali tra gli altri quelli della vivibilità, degli afflussi turistici, della pressione fiscale. Ma una parte del merito di questa straordinaria occasione di rilancio dell’entusiasmo e della forza del centrosinistra va necessariamente ascritta anche alla qualità della competizione, ben incarnata da tre figure dal profilo appassionato, competente, integro e che rappresentavano la continuità con la vicenda di governo appena consumata. Vince, peraltro nel confronto con il PD locale, Nicola Santoro, eccellente personalità sostenuta anche da Sinistra Ecologia Libertà. Ora, a fronte di un candidato sindaco di certa caratura morale e politica e con la carica di queste primarie, è il momento di lavorare pancia a terra per la composizione di liste adeguate, in modo da conseguire la vittoria nella battaglia decisiva per la città di Ostuni e per il centrosinistra dell’intera provincia.

Toni Matarrelli (Deputato SEL)

Vito Gloria (Coordinatore provinciale SEL)

Mario Liso (Segretario cittadino SEL)