Pubblicità
Pubblicità

Riceviamo e Pubblichiamo

La posizione intransigente del Partito Democratico di Ostuni che rifiuta ogni ipotesi di confronto ed in particolare il ricorso al metodo delle primarie per individuare il Candidato Sindaco del Centro-Sinistra,  determina di fatto il fallimento di ogni sforzo fatto dal “Comitato dei Saggi” e dalle forze che si riconoscono intorno al Sindaco Tanzarella, per proseguire in un percorso unitario.

E’ davvero strano che sia il PD a dire no alle primarie, quando tale metodo viene dagli stessi sbandierato in ogni occasione quale metodo indispensabile di partecipazione e di democrazia, utile a coinvolgere nelle scelte direttamente i cittadini.

Addirittura praticano tale metodo quando devono scegliersi il proprio Segretario Politico cosa che, invero, dovrebbe riguardare solo gli iscritti al Partito ed invece, di fronte alla scelta del candidato Sindaco, che è cosa che riguarda ed anche molto da vicino i cittadini, rifiutano ogni confronto e pretendono di presentarsi alle altre forze della coalizione con un “prendere o lasciare” e con un no secco rispetto al metodo delle primarie, vale a dire rispetto alla possibilità di demandare la scelta ai Cittadini.

A fronte di tale intransigenza, riteniamo che il vertice convocato per oggi dal Sindaco Tanzarella debba essere annullato e che nessun confronto possa esserci sino a quando il PD non abbandonerà tale linea di intransigenza  e chiusura che costituisce una ferita ed una mancanza di rispetto non solo di fronte alle altre forze politiche, ma anche e soprattutto di fronte ai cittadini.

Il PD rifletta, abbandoni i toni autoritari e si doti dell’umiltà necessaria a proseguire in un dialogo ed una esperienza amministrativa che, come riconosciuto dai propri assessori, ha segnato una pagina di forte sviluppo e progresso per la nostra Città,.

In caso contrario,  riteniamo che nessun confronto e/o vertice che sia possa seriamente essere sperimentato e che la parola debba essere data direttamente ai cittadini in occasione del voto.

Carlo Rodio – Segretario Movimento Liberal