Il dovere dei Warriors sarà percorrere quell’ultimo centimetro che li porterebbe a fare un salto di categoria che coronerebbe tutti gli sforzi e l’impegno profusi.

Siamo agli sgoccioli, è tempo di verdetti. La lotta e il sacrificio hanno permesso all’Olympique di destreggiarsi mirabilmente in questo campionato di Serie C1 e, a una giornata dalla fine, il meglio potrebbe ancora venire. Un solo punto divide i gialloblu dalla capolista Editalia, prossima avversaria, la più temibile.

Brutti ricordi legano i Warriors alla compagine barlettana, che rimandano alla dura sconfitta rimediata nel secondo turno di Coppa Italia, che è costata l’eliminazione. I padroni di casa, usciti con le ossa rotte dall’ultima trasferta di Trinitapoli, si trovano a dover difendere un primato che sembrava ormai in cassaforte. Il dovere dei Warriors sarà percorrere quell’ultimo centimetro che li porterebbe a fare un salto di categoria che coronerebbe tutti gli sforzi e l’impegno profusi.

Divincenzo e compagni, dal canto loro, non vorranno mollare sul più bello e partono avvantaggiati, forti di due risultati utili su tre, mentre l’Olympique è costretto a vincere. Si prevede una cospicua partecipazione alla trasferta da parte dei tifosi ostunesi, che non vogliono lasciare soli dei ragazzi che, avendo l’opportunità di centrare una promozione così importante, rischiano davvero di far sognare tutta la Città Bianca. La direzione della partita sarà affidata al signor Stefano Prisco ed al signor Francesco Sicolo.

Ecco la nostra intervista al Presidente dell’Olympiquie Ostuni – Daniele Andriola

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.