L’Olympique per ottenere la promozione diretta ha solo un risultato a disposizione e dovrà centrarlo in casa della cugina della capolista, il Futsal Barletta, per poi arrivare al meglio allo scontro diretto decisivo dell’ultima giornata contro la stessa Editalia.

Sembrava che il finale fosse scontato, che ormai si sapesse già chi sarebbe stato destinato a tagliare il traguardo, ad essere proclamato vincitore. Tutto pareva deciso, ma il campo ha deciso di aggiungere altro sale a questo campionato così avvincente. L’Olympique deve dimostrarsi in grado di recuperare quattro punti rispetto all’Editalia, capolista solitaria a 56 punti.

A fronteggiare i gialloblu, il temibile Futsal Andria, in stato di grazie, in grado di mettere in fila quattro vittorie consecutive. La partita si fa sin dalle prime battute ardua per i gialloblu i quali, tuttavia, attraverso una ripartenza magistrale, riescono a portarsi avanti al 5’ con Ricky Ferri. A fare la partita è l’Ostuni che sfoggia un Lisi scatenato e un Fiorentino che non di rado tenta la soluzione dalla distanza. Il pareggio, infatti, è alquanto inaspettato, ma arriva e a firmarlo è il capitano degli ospiti, De Feo, in seguito ad una bella conclusione da posizione defilata. Però, si sa, quando la questione si complica a salire in cattedra è un certo Danilo Salamida che, sugli sviluppi di un corner, attacca il primo palo anticipando tutti e sorprendendo stasi per il nuovo vantaggio dei Warriors.

L’Andria tenta di ritornare alla ribalta, ma trova davanti alla sua strada la solida difesa dell’Ostuni e un Bussunda, come al solito, praticamente impeccabile. La seconda frazione è colma di tensione e di prudenza. L’Olympique difende il risultato con le unghie e con i denti. L’Andria pare molto più propositivo ed incisivo. Il palo colpito da Calabrese al 31’ fa sì che il cuore degli ostunesi presenti al PalaGentile salga per un secondo in gola. A questo i gialloblu rispondono con Lisi che centra un legno clamoroso al 17’.

Nel finale, gli ospiti inseriscono il quinto di movimento, che permette a Ferri di siglare la sua doppietta personale tirando praticamente dalla sua area, rendendo vana la rete dell’Andria sulla sirena. Nella gara casalinga contro il Monopoli, invece, l’Editalia raccoglie solo un punto. Ecco il pertugio che riapre tutto. E’ difficile, ma la matematica non ha ancora dato la sua dura sentenza.

L’Olympique per ottenere la promozione diretta ha solo un risultato a disposizione e dovrà centrarlo in casa della cugina della capolista, il Futsal Barletta, per poi arrivare al meglio allo scontro diretto decisivo dell’ultima giornata contro la stessa Editalia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...