Calcio a 5, Olympique, pari e rammarico a Turi

11015361 10206144603680510 270616808 n
11015361 10206144603680510 270616808 n

Pareggio per 2-2 nell’esordio di mister Guarini. Sabato l’esordio nel ‘Pala Gentile’

Dopo la tormentata settimana che ha portato alle dimissioni di Iaia l’Olympique Ostuni trova un prezioso punto sul difficile campo del Thuriae, squadra in lotta per la salvezza ma reduce da due vittorie consecutive di cui una pesantissima a danno delle Aquile Molfetta.

Il 2-2 finale lascia anche qualche rammarico in casa ostunese vista la partita disputata che fa registrare passi avanti sul gioco e sulla tenuta mentale della squadra.

Per il suo esordio mister Guarini si affida a Di Bari, Vinci, Quartulli, Giandonato e Fiorentino.

L’Olympique parte forte e nei primissimi istanti è Fiorentino a centrare la traversa sfruttando il varco aperto dall’intelligente movimento di Quartulli. Gli ostunesi vogliono il gol e lo trovano proprio con il giovane capitano Quartulli che infila il portiere su precisa imbeccata di Vinci.

Il Thuriae non sta a guardare e organizza qualche sortita offensiva appoggiandosi sulla bravura di Salamida. Una pericolosissima ripartenza viene bloccata da Giandonato che con un recupero provvidenziale evita che il pallone finisca a Salamida per un facile tap-in. Il Thuriae trova il pareggio poco più tardi con Ancona che corregge in rete un assist dell’onnipresente Salamida.

Ci mette un attimo a tornare in vantaggio l’Olympique con una perfetta combinazione Fiorentino,Quartulli, Fiorentino conclusa in rete dal numero nove ostunese. Con il nuovo vantaggio la squadra di Guarini abbassa un po il ritmo cercando di gestire il pallone e affidandosi ai prodigi di Di Bari che sventa tutti i pericoli. Il primo tempo si chiude con gli ospiti in vantaggio.

Nella ripresa Fiorentino ha il pallone del doppio vantaggio ma spreca malamente. Poi è ancora Di Bari contro tutti fino all’azione convulsa che porta al pareggio: fuga di Malena sull’out sinistro, palla messa in mezzo e Quartulli che anticipa tutti ma non riesce a spazzare riconsegnando a Malena il tiro del 2-2. L’alta posta in palio innervosisce la partita e a farne le spese è Salamida che si sacrifica in un fallo tattico obbligato dalla ripartenza ostunese rimediando il secondo giallo e la doccia in anticipo. Nei due minuti di superiorità numerica l’Olympique ha due nitide occasioni ma il palo dice no a Boccardi e la traversa nega la gioia a Quartulli. Nel finale però è Di Bari a salvare il punto con il quale l’Olympique riprende il suo cammino.

La classifica non lascia più spazio a interpretazioni con la squadra ostunese che oggi occupa la quartultima piazza in attesa dell’importantissimo scontro di sabato contro le Aquile Rutigliano che seguono l’Olympique con tre punti di distacco. La zona rossa è così composta: Jonny Frog 26, Olympique 24, Rutigliano 22, Monopoli 20 considerando ormai retrocesso il Casamassima con soli 5 punti. Galleggiano fuori dai play-out il Turi con 30 punti, il Bisceglie con 29 e il Lucera con 28.

La bella notizia è che l’Olympique finalmente ritrova la sua casa. Dall’allenamento di mercoledì infatti Guarini e i suoi potranno allenarsi al PalaGentile, tornato finalmente agibile (dopo una lunga ed estenuante attesa) e che sabato ospiterà il nuovo esordio proprio in occasione della partitissima con il Rutigliano.

Ufficio stampa ASD OLYMPIQUE OSTUNI

Guarda Anche
Scelti Per Te