Uova in cattivo stato di conservazione: Nas chiudono azienda avicola ad Ostuni

Sono state trovate uova in cattivo stato di conservazione e farmaci veterinari in assenza di prescrizione medica e della relativa documentazione di acquisto.

I Carabinieri NAS
I Carabinieri NAS

Scoperte uova in cattivo stato di conservazione in azienda avicola e attività di somministrazione di bevande e alimenti avviata senza autorizzazione sanitaria. Nuovi interventi nel Brindisino da parte dei carabinieri del Nucleo antisofisticazioni e sanità di Taranto.

La verifica nel centro di imballaggio di uova, sito a Ostuni, è stata eseguita unitamente al personale dell’Ispettorato repressione frodi di Lecce e del carabinieri Nas si è conclusa con la denuncia del titolare, un 82enne, U.A. Sono state trovate uova in cattivo stato di conservazione e farmaci veterinari in assenza di prescrizione medica e della relativa documentazione di acquisto.

Contestualmente sono state poste sotto sequestro 2.400 uova e 3 confezioni di farmaci veterinari. Nella circostanza è stata disposta la sospensione dell’attività di imballaggio delle uova, poiché esercitata in locali con carenze igienico sanitarie e strutturali. Il valore dell’infrastruttura ammonta a circa 500mila euro.

Guarda Anche
Scelti Per Te