Sequestrata parte dell’area demaniale nei pressi dell’impianto di sollevamento al Pilone

L'area dove sono stati apposti i sigilli è quella nella quale si trova il materiale che sta utilizzato la ditta appaltatrice per la realizzazione dell’impianto di sollevamento nella frazione marina.

Sequestro Vasca Pilone2
Sequestro Vasca Pilone2

È stata sequestrata parte dell’area demaniale al Pilone. L’area dove sono stati apposti i sigilli è quella nella quale si trova il materiale che sta utilizzato la ditta appaltatrice per la realizzazione dell’impianto di sollevamento nella frazione marina. I sigilli sono stati posti dagli uomini della guardia Costiera di Brindisi presumibilmente nella giornata di ieri (9 marzo 2018), nelle prossime ore si conosceranno i motivi del sequestro dell’area.

L’ultimo sequestro che ha caratterizzato la realizzazione dell’impianto di sollevamento è datato 5 ottobre 2017, quando i Carabinieri Forestali apposero i sigilli a Diana Marina, dove i militari accertarono che i rifiuti, accumulati in un terreno nelle vicinanze, in località marina, provenivano dia lavori di scavo in località Pilone, per la realizzazione di un impianto di sollevamento fognario.

Guarda Anche
Scelti Per Te