Birilli di cocaina nascosti nelle piante: arrestato dopo un appostamento

Lo hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

IMG 20180225 WA0002
IMG 20180225 WA0002

Nascondeva dosi di cocaina in una pianta che si trovava davanti all’ingresso della sua abitazione. Ma il nascondiglio non è sfuggito ai poliziotti del commissariato di Ostuni, che al culmine di un servizio di appostamento lo hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Successivamente il 29enne Giovanni Iaia, di Ostuni, è stato scarcerato, con misura dell’obbligo di dimora.

L’operazione risale a sabato scorso (24 febbraio). Gli agenti del commissariato della Città Bianca si sono appostati nei pressi della casa di Iaia. Davanti agli occhi delle forze dell’ordine, il 29enne per tre volte è uscito e rientrato nella sua abitazione. La prima volta ha dissotterrato un involucro scuro da un vaso contenente una pianta con terriccio. Le altre due ha seppellito un involucro, sempre di colore nero, in un altro vaso. Poi si è messo alla guida della sua auto.

A quel punto gli agenti lo hanno fermato, procedendo con una perquisizione personale e domiciliare. Nella zona in cui si trovavano le piante, i poliziotti hanno rinvenuto: un involucro a forma di cipollotto, sigillato con nastro isolante nero, contenente 10 birillini di cocaina a loro volta termosaldati anch’essi con lo stesso nastro isolante nero; in un vaso contenente una pianta è stato notato, appositamente sotterrato, un secondo involucro a forma di cipollotto, completamente avvolto con nastro isolante di colore nero, contenente altri 13 birilli di cocaina. In casa, inoltre, sono stati sequestrati 5 grammi di hascisc in dosi, due rotoli di nastro isolante nero e sostanza da taglio e confezionamento delle dosi.

Complessivamente sono stati recuperati, dunque, 30 grammi di cocaina, 5 grammi di hashish nonché la somma di danaro di circa 150 euro in diverso taglio. Iaia, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato condotto in carcere per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. In sede di convalida, il gip del tribunale di Brindisi ha convalidato l’arresto, In sede di convalida, sottoponendo Iaia alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune Ostuni con prescrizione di non uscire dalla sua abitazione dalle ore 20 alle ore 07 di ogni giorno.

Guarda Anche
Scelti Per Te