elezioni_comunali

Ultimi giorni di campagna elettorale in vista del ballottaggio, ultimi botta e risposta tra Tanzarella e Cavallo, oggi alle 21.15 su canale 85 l’ultimo confronto.

Potrebbero essere Giorgia Meloni e Raffaele Fitto a chiudere la campagna elettorale del candidato sindaco di Ostuni Guglielmo Cavallo, in vista del ballottaggio del prossimo 9 giugno. Notizie ancora non ufficiali sulla possibile presenza dei due ex ministri negli ultimi giorni di campagna elettorale nella Città Bianca, prima del voto di domenica. Contatti certi, però, già avviati con i loro staff per avere la disponibilità dei due per gli ultimi comizi dell’ex vicesindaco della Città Bianca, oggi candidato alla carica di primo cittadino.

Tour tra i quartieri di Ostuni, invece, per l’altro candidato, sostenuto da un blocco di sei liste civiche, Domenico Tanzarella: questo pomeriggio alle 19 sarà nella zona 167, in via Alessandro Tamborrino. Poco dopo, alle 20:30, si sposterà in piazza I maggio. Domani, invece, alle 19, per Tanzarella appuntamento in piazza Matteotti, nei pressi del Monumento ai Caduti.

Questa sera, intanto, il primo confronto pubblico tra Tanzarella e Cavallo, in vista del secondo turno, organizzato dall’emittente Canale 85, e che andrà in onda alle 21:15. Dalla trasparenza degli atti amministrativi, al futuro dell’ospedale, passando per il decoro urbano e la tutela del centro storico: sono questi, invece, alcuni dei temi che stanno caratterizzando la campagna social delle coalizioni a sostegno dei due candidati.

Ieri, intanto, Cavallo e Tanzarella hanno incontrato parti diversi della città: per il rappresentante del centrodestra comizio con i residenti della zona artigianale; l’esponente delle liste civiche ha invece avuto modo di colloquiare con i commercianti di Viale Pola.

Ieri è stata, anche, la giornata del sorteggio per la disposizione della scheda elettorale che gli ostunesi si ritroveranno per il ballottaggio: a sinistra ci sarà il nome di Domenico Tanzarella, dall’altra parte quello di Guglielmo Cavallo.

Così come sono iniziati i lavori dell’ufficio centrale nominato dal tribunale di Brindisi per la valutazione degli scrutini del primo turno, ed in particolare sull’assegnazione dei seggi. Un lavoro che andrà avanti nei prossimi giorni, anche dopo il ballottaggio, per definire il nuovo consiglio comunale. Poche le questioni ancora da decifrare con certezza normativa e numerica, soprattutto derivante dai calcoli dei risultati ottenuti dalle quattro coalizioni in campo al primo turno.

Tra le ipotesi al vaglio dei delegati all’autorità amministrativa, l’eventuale assegnazione al movimento Cinque Stelle di un seggio, comunque all’opposizione, che spetterebbe al candidato sindaco Domenico Pecere. Una questione oggetto di dibattito all’interno della scena politica ostunese, per via di un risultato quasi identico tra il Movimento Cinque Stelle e la lista “Ostuni è viva”, che faceva parte della coalizione del candidato sindaco Angelo Pomes.

Ed in ballo ci sarebbe, in caso di vittoria del candidato sindaco Domenico Tanzarella, un seggio conteso da Fabio Giorgino, secondo degli eletti nel Pd ed appunto Pecere. Procedure di valutazione delle schede contestate del primo turno, che saranno oggetto dei lavori dell’Ufficio Centrale. Pd e Cinque Stelle comunque nei giorni scorsi hanno escluso la possibilità di accordi con i due candidati sindaco, Tanzarella e Cavallo.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.