Guglielmo Cavallo richiama l’unità del centrodestra mentre nel terzo polo si allontanano le alleanze politiche e la scelta del candidato unitario.

Dopo le primarie gli accordi nel centro destra, il candidato sindaco Guglielmo Cavallo, convoca Giovanni Zaccaria per programmare insieme il futuro politico per le forse di centrodestra. In una nota stampa il vincitore delle primarie sostiene: “Ho letto che qualcuno nel centrodestra non gradirebbe un allargamento della coalizione a forze che non hanno partecipato alle Primarie. A me sembra di essere stato molto chiaro: già in una precedente intervista, avevo detto che il dialogo con altre forze politiche si può riaprire sui temi che ci stanno a cuore e sui valori di riferimento del centrodestra; quindi, programmi e idee condivise. Non mi interessano discussioni che vertono sulle persone o accordi che, in passato, io stesso ho valutato negativamente”.

Con queste parole Guglielmo Cavallo ha affrontato le voci che si sono diffuse nella Città Bianca nelle ultime ore e nella nota prosegue affermando: “Archiviate le Primarie, è ora il momento del confronto sul programma e la formazione delle liste. Per questo motivo, ho già sentito telefonicamente tutti i rappresentanti dei partiti e movimenti che hanno partecipato domenica 17 marzo alla scelta tra me e Giovanni Zaccaria; in questi giorni seguiranno gli incontri”.

Intanto nel terzo polo si susseguono gli incontri in vista della scelta del candidato sindaco, alcuni degli attori del tavolo politico hanno proposto, dopo il passo indietro dell’avvocato Giuseppe Tagliente, un passo indietro dell’architetto Angelo Pomes, attuale candidato sindaco del Partito Democratico a favore del dott. Sergio Montanaro sostenitore di Nicola Zingaretti e attualmente membro dell’assemblea nazionale dei democratici. Al tavolo dello scorso 20 marzo 2019 erano seduti il Partito Democratico, Rigenerazione, Ostuni Popolare e Ostuni Bene Comune.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...