Emanuele Giaccari
Emanuele Giaccari

L’ex assessore ai lavori pubblici Emanuele Giaccari dichiara: “Rinuncio alle primarie:il centrodestra trovi la convergenza su un unico candidato”.

La mia rinuncia a partecipare alle primarie del centro destra è dovuta essenzialmente al fatto che è possibile trovare un intesa su un unico candidato sindaco senza ricorrere ad un “confronto”.

Facendo questo passo indietro voglio dimostrare che non è mia intenzione quella di fare prevalere il personalismo bensì far emergere una qualificata squadra politica di centro destra che sappia amministrare un importantissima realtà , qual’è la città di Ostuni con spiccate competenze nei vari settori.

Ringrazio la Lega di Salvini per avermi scelto quale possibile candidato nella persona di Donato Marangi coordinatore cittadino e dell’onorevole Annarita Tateo coordinatrice provinciale per aver ritenuto il sottoscritto in grado di poter svolgere importante ruolo di primo cittadino di Ostuni, sebbene orgoglioso e fiero di simile incarico, non essendo un individualista ritengo che una rinuncia alla candidatura possa essere interpretato come un segnale alla convergenza senza il confronto e che per amministrare bene Ostuni non è necessario essere il Sindaco, ma fare parte di una coesa squadra che abbia gli stessi obiettivi di benessere innanzitutto dei cittadini Ostunesi e poi dei turisti, che voglia lavorare con obiettivi a lungo e breve termine che riguardano sia il centro urbano che l’agro di Ostuni, sia l’artigianato che il commercio, sia l’agricoltura che il turismo.

Ho già  amministrato Ostuni con un profondo spirito di abnegazione ed ho fatto quello che potevo in una compagine che non aveva molto in comune e che avevainteressi diversi. Con questo atto di rinuncia alla candidatura di primo cittadino di Ostuni intendo far convergere i politici di centro destra su un unico candidato scelto unanimemente senza ricorrere al confronto con le primarie che altresì hanno lo stesso interesse sociale di far tornare agli antichi splendori la peculiare città di Ostuni.

Molte, oserei dire troppe sono virtù e qualità della città di Ostuni A mio parere il centrodestra è abbastanza e no ha bisogno delle primarie che sono una farsa inventata dalle sinistra prima della totale spaccatura. Il centro destra di Ostuni è coeso e può trovare la convergenza su un unico candidato . La mia rinuncai serve a far riflettere gli addetti ai lavori per poter etrovare un punto di incontro che obiettivamente già c’è.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...