Comune di Ostuni
Comune di Ostuni

Tra mozione di sfiducia a ipotesi notaio nuove e vecchie alleanze nella città bianca partita quanto mai aperta in vista delle prossime elezioni.

Settimana decisiva per il futuro dell’amministrazione guidata da Gianfranco Coppola. Continuano a rincorrersi voci e descrizioni diverse su questa calda fase della politica ostunese. Tra mozione di sfiducia a ipotesi notaio nuove e vecchie alleanze nella città bianca partita quanto mai aperta in vista delle prossime elezioni.

Dopo l’apertura del movimento rigenerazione anche il partito democratico di Ostuni starebbe valutando l’ipotesi insieme al proprio gruppo consiliare di presentarsi davanti ad un notaio per depositare le dimissioni. Circostanza questa finalizzata ad interrompere la legislatura Coppola. Per eventualmente concretizzare quest’ipotesi servirebbero le dimissioni di almeno 13 consiglieri comunali. Per le dichiarazioni di questi giorni la possibilità del notaio stata valutata positivamente dai 6 consiglieri dell’area socialista, da Giuseppe Tagliente e Nicola Santoro, ed ora sembra anche dal Partito Democratico.

Al momento così sarebbero 12 i consiglieri pronti a lasciare l’assise comunale. Determinante potrebbe così diventare qualche consigliere del centrodestra che ormai da tempo a chiuso con il sindaco Gianfranco Coppola. La stessa coalizione di centro destra in queste ore sta scegliendo se proseguire sulla strada delle primarie, convergere su un unico candidato, ed accettare o meno la proposta del movimento “Rigenerazione” di dimissioni davanti al notaio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...