“Mai è successo nella storia amministrativa di Ostuni, che in una sola legislatura si siano cambiati 21 assessori in rotazione, “ASSURDO””.

Innanzitutto ringraziamo Il sindaco Gianfranco Coppola, per aver menzionato il nostro movimento “Scelta Sociale”, nella conferenza stampa che ha tenuto lo scorso mercoledì 12/09/2018.

Crediamo sia opportuno rispondere alle sue dichiarazioni, sulla composizione del nostro movimento, definendoci, come altri movimenti, senza alcuna novità e persone non di spicco! Ricordiamo al Sindaco Coppola, che lui ha amministrato in questi cinque anni, come da lui riferito, con la famosa “Anatra Zoppa”, con il partito all’epoca del Segretario Matteo Renzi “PD”, dove in campagna elettorale esprimeva che la sua nuova compagine sarebbe stata differente, senza che nessuno degli amministratori degli anni precedenti, ne facessero parte, ed invece ha dimostrato che la sua maggioranza era al 50% formata dagli stessi criticati politicamente, solo e soltanto per l’attaccamento alla poltrona, se pur in quel famoso Febbraio 2015, avrebbe potuto dare le dimissioni e provare un ulteriore candidatura facendo fede ad un vero cambiamento e atto di coraggio, ed invece… tutta la cittadinanza ostunese conosce la storia!

Ricordiamo all’Ill.mo Sindaco che è stato circondato da movimenti, dove al loro interno c’erano componenti dell’allora “fù” centro sinistra, e parla di noi come una mancanza di novità?, sembra quasi assurdo sentire queste dichiarazione da colui che non ha ci ha pensato un solo secondo a far andare via gli unici assessori eletti (Giovani Fedele e Antonio Molentino), solo perché i componenti dell’anatra zoppa, non gradivano la presenza di questi due amministratori. Mai è successo nella storia amministrativa di Ostuni, che in una sola legislatura si siano cambiati 21 assessori in rotazione, “ASSURDO”.

Per informazione al Sindaco Coppola, la nostra composizione politica è nata per accogliere tutti coloro che si rispecchiano nel nostro programma territoriale, per un’idea di città concreta, al contrario del degrado visto in questi ultimi cinque anni, senza millantare promesse irrealizzabili, come quelle che furono espresse dal “Cambiamento” del 2014.

Nessuno di noi vuol considerarsi una personalità di spicco, se pur al nostro interno ci sono “Persone” (così ci piace definirci) che hanno amministrato con spirito di sacrificio e concretezza come Matteo Tanzarella e Franco Francioso, inoltre nella nostra squadra avremo uomini e donne che si occuperanno con voglia e coraggio delle problematiche con determinazione, oltre ad essere professionisti nel proprio settore.
Diciamo che a noi non interessa camminare sul red carpet di Piazza Libertà, o andare a cene di gala con fotografi che ci immortalano, i componenti di Scelta Sociale, si sono prefissati l’obiettivo di occuparsi della cittadinanza comune “Non di spicco”, vogliamo andare tra la gente con umiltà, ascoltarli (quello che è mancato) e risolvere i problemi sociali, dare un’idea di paese innovativo, che rispecchi la sua reale vocazione turistica.

Non vogliamo continuare a vedere una città sporca, senza servizi turistici primari, senza che la stessa si dedichi alle barriere architettoniche concretamente.
Vogliamo ascoltare i commercianti, gli operatori turistici, che sono stati orfani in questi anni di un’amministrazione che non gli ha coinvolti, per realizzare una programmazione dinamica per una città come Ostuni.

Mercoledì tramite la conferenza stampa, si è divulgato di voler realizzare opere pubbliche a pochi mesi dalla prossima campagna elettorale, “E prima sindaco dove eravate?”
Ricordiamo perfettamente quella campagna elettorale del 2014, denominata il “Cambiamento”, quella rigenerazione di volti nuovi, che partiva da cittadini comuni, che avrebbero dovuto cambiare la città come tanti Superman, ed invece la legislatura che sta terminando, si sta dimostrando una triste pagina, penalizzando Ostuni nella crescita.

Segreteria Scelta Sociale
Francioso, Tanzarella, Santoro

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

TI RACCOMANDIAMO