Ostuni dall'Alto
Ostuni dall'Alto

Piano Urbanistico Territoriale Tematico “Paesaggio” (PUTT/P) del comune di Ostuni: dalla Regione giunge il via libera al parere paesaggistico della variante di adeguamento al Prg.

Un procedimento avviata già da tempo che nel 2013 aveva visto l’approvazione del consiglio comunale di Ostuni. Nel corso degli ultimi anni l’intera istanza è stata sottoposta agli altri organi deputati a valutarne l’intero procedimento.

«È di queste ora la notizia della proposta di delibera di giunta regionale relativa al rilascio del parere paesaggistico della variante di adeguamento del PRG al Putt/p adottata dal Comune di Ostuni nel 2013. Ringraziamo l’assessore regionale alla pianificazione territoriale, Alfonso Pisicchio, e gli uffici di competenza per l’impegno e la disponibilità mostrata». Così il capogruppo del Partito Demicratico Angelo Pomes. Lo stesso partito in questi mesi aveva sollecitato la maggioranza Coppola, affinché potesse interessarsi anche con la Regione per le procedure del caso. Nelle ultime ore la prima svolta attesa con il via libero al parere paesaggistico.

«Si avvia a conclusione un lungo iter iniziato nel 2001 che ha visto il Pd di Ostuni costantemente impegnato nel raggiungimento di tale importante obiettivo: coniugare la tutela paesaggistica e storico-culturale del territorio e favorirne la crescita; uno sviluppo sostenibile – spiega Pomes-capace di offrire opportunità e risposte alle legittime istanze di cittadini, tecnici ed imprese in un quadro normativo chiaro e maggiormente aderente alla realtà dei nostri luoghi».

Sul procedimento normativo, che vede il Putt /P essere configurato come un piano urbanistico territoriale, lo stesso Partito Democratico della Città bianca chiede in questa nuova fase che la maggioranza di governo cittadino possa non rallentare i successivi procedimenti, fino alla convocazione dell’assise cittadina. «Ora l’Amministrazione Comunale predisponga gli atti necessari a consentire al Consiglio Comunale, nel più breve tempo possibile, l’approvazione definitiva della suddetta Variante di Adeguamento – conclude Angelo Pomes- e di dichiararne la coerenza al Pptr ai sensi dell’art. 100 delle NTA»

Guarda Anche