Coordinamento politico dell’opposizione dal PD: “Sempre disponibili al confronto per il bene della città”

Al centro il segretario cittadino del PD Fabio Giorgino
Al centro il segretario cittadino del PD Fabio Giorgino

Coordinamento politico delle opposizione in vista della Amministrative 2019, parla il segretario del Partito Democratico di Ostuni Fabio Giorgino.

Dopo l’appello lanciato dai consiglieri Nicola Santoro e Giuseppe Tagliente e la dichiarazione dell’ex sindaco di Ostuni Domenico Tanzarella, sulla formazione di un coordinamento politico delle opposizione, questa mattina è intervenuto il segretario cittadino del Partito Democratico di Ostuni, Fabio Giorgino.

Di seguito le sue parole.

Il Partito Democratico di Ostuni è sempre disponibile a confrontarsi con chiunque ne abbia voglia sui temi e le proposte che interessano la città. Il direttivo cittadino unitamente al gruppo consigliare è impegnato nello svolgere un’attività di opposizione seria, documentata e approfondita. Numerosi gli interventi e le interrogazioni di questi mesi. Dalla situazione legata al nuovo appalto di igiene urbana (di cui non si hanno notizie), alla vicenda della vasca del Pilone.

Dalla delibera di giunta sui dehors che abbiamo scoperto essere stata approvata dall’amministrazione per poi essere disapplicata, ai temi dell’urbanistica quali ad esempio la rigenerazione urbana, il piano delle coste e l’opposizione alla delibera con cui l’amministrazione Coppola ha concesso la facoltà di sostituire i giardini e le corti nella zona storica con piscine e jacuzzi e trasformare di fatto gli antichi palazzi in piccoli condomini. Per non dimenticare gli emendamenti proposti al bilancio di previsione per tentare di convincere, senza fortuna, l’amministrazione comunale di recedere dal proposito di svendere alcuni beni immobili che sono un vero e proprio simbolo della Città quali, ad esempio, l’Edificio Vitale.

Sfortunatamente per i cittadini la maggioranza di centrodestra fornisce ogni giorno buoni argomenti per esercitare compiutamente il nostro ruolo di opposizione e non c’è argomento sul quale non abbiamo approfondito e spiegato alla città le ragioni delle nostre prese di posizione. Talune di queste iniziative sono state già condivise dalle altre forze di centrosinistra, in particolare dal gruppo del Nuovo Centro Sinistra ostunese – Liberi e uguali. In altre occasioni, benché sollecitati tutti i gruppi, non abbiamo registrato prese di posizione condivise. In alcuni casi ci sono state evidenti assenze. Come pure abbiamo sottoscritto e sostenuto iniziative di opposizione promosse da altri gruppi politici.
Pertanto, abbiamo già dato prova, anche senza l’istituzione di un coordinamento delle opposizioni, di essere disponibili nei fatti a qualsiasi forma di confronto sui temi.

E sono proprio i temi e le specifiche proposte che dovrebbero guidarci nella costruzione di un proposta politica con cui presentarci alla città alle prossime consultazioni elettorali amministrative. Costruire un progetto credibile che veda rappresentata la totalità della società ostunese, che chiami ad essere protagonisti nuovi interpreti che condividano innanzitutto un progetto culturale e valoriale e successivamente politico.

Non si tratta di mero giovanilismo ma di riuscire a cogliere a pieno le sfide del nostro tempo, di dare risposte concrete ad una società complessa e profondamente diversa anche rispetto al recente passato. Non sarà un accordo verticistico tra sigle di partiti politici o liste civiche a conquistare la fiducia dei cittadini ostunesi ma bensì la capacità di costruire e condividere un’idea di sviluppo della città che sappia guardare al futuro con rinnovata speranza.  Un progetto che sappia risvegliare la passione civica di tanti cittadini e voglia declinare i verbi al futuro e non al passato come, ahimè, per troppo tempo ha fatto il centrosinistra ad Ostuni.

Guarda Anche
Scelti Per Te