Riceviamo e Pubblichiamo la nota del Commissario Cittadino di Forza Italia di Ostuni, Giovanni Fedele sull’Ospedale Civile di Ostuni.

A distanza di quasi tre mesi dall’ennesimo invito al Sindaco, all’Amministrazione Comunale, ai partiti e movimenti che compongono questa nuova coalizione politica, in particolar modo al PD, partito che governa ininterrottamente questa Regione da 11 anni e che ha visto nel quinquennio 2010-2015 eletto un Rappresentante regionale di Ostuni che nulla ha fatto e continua a fare per la città, la questione dell’Ospedale di Ostuni non ha fatto nessun passo in Giovanni Fedeleavanti. Dopo tutti questi giorni assistiamo alla volontà del Presidente della Regione Puglia di costruire un dialogo con le città della Provincia di Taranto, Grottaglie e Martina Franca su tutte, mentre in questa provincia si perpetua un silenzio che fa capire quanto poco conti politicamente il nostro Territorio che a livello regionale non esprime nessun Rappresentate nella Compagine Amministrativa. Nemmeno una parola è giunta poi, dal Direttore del Dipartimento Salute Dott. Gorgoni che da burocrate che risponde al capo in un sistema verticistico che sta distruggendo non solo la Sanità, non interessano i bisogni e le istanze dei pazienti, dei medici, degli infermieri e di tutto il personale sanitario che continua a lavorare in condizioni proibitive.  Continuiamo da tempo a chiederci:

Ma è mai possibile che la nostra città debba accettare in silenzio il declassamento del nostro Nosocomio nonostante per tre mesi l’anno rappresenti l’unico Ospedale attrezzato dell’intera zona nord della Provincia invasa dai turisti?

Ma è mai possibile che come comunità, dobbiamo ancora attendere per la nomina di primari nei reparti sprovvisti o l’assunzione di Medici, infermieri e personale OSS avendo tra l’altro un rapporto 2,7 su mille abitanti di posti letto contro il 3,4 a livello regionale ed il 3,7 a livello Nazionale?

Infine, quanto tempo dobbiamo aspettare per vedere finalmente completata l’altra ala del nostro Nosocomio che vedrà ospitare il Pronto Soccorso, l’Utic, la Terapia Intensiva dopo aver speso milioni e milioni di euro?

Ormai il cantiere della nuova ala è pieno di materiale di risulta scaricato da alcune ditte, di metalli pieni di amianto diventando di fatto una discarica a cielo aperto nel cuore della città senza che nessuno se ne accorga.

Pertanto faccio un appello al Sindaco, invii un esposto al Tar per tenere aperti i reparti come ha appena fatto il Sindaco di Fasano sfidando persino il suo leader per difendere la sua comunità o almeno faccia un esposto alla Corte dei Conti per danno erariale visti soldi stanziati per un plesso che dopo dieci anni non vede ancora la luce: Sindaco ci sorprenda ..facendoci  vedere che qualche volta anche lei si assume le proprie responsabilità facendo delle scelte chiare che vadano oltre il galleggiamento politico e la vacua visibilità personale.

Forza Italia è disponibile ad incontrare le forze politiche (assistiamo ad uno strano silenzio dei ‘’Conservatori e Riformisti’’ che tanto si erano spesi sul tema probabilmente figlio dell’accordo innaturale stipulato con il Pd nella nostra città che impone il silenzio) ed i movimenti Civici, per individuare le forme di lotta che in altre città, quelle che non vogliono subire in silenzio la morte del proprio Ospedale, hanno già intrapreso da tempo.

 

 

 

POTRESTI ESSERTI PERSO: