Crollo Scuola
Crollo Scuola

Il resoconto della riunione tracciato dal presidente Vincenzo Cappetta.

Il coordinamento del Forum(Giunta esecutiva e Collegio dei Probiviri), nella seduta del 21 aprile 2015, ha analizzato il grave episodio verificatosi lunedì 13 aprile nella scuola elementare “E. Pessina”. Il distacco dell’intonaco dal soffitto della II E  ha messo a rischio la vita degli alunni e dell’insegnante presenti, ed ha  determinatogravi conseguenze fisiche per due alunni ed una insegnante. Il disastro è incomprensibile, considerato che i lavori di ammodernamento, ristrutturazione e messa in sicurezza dei locali – dopo quattro anni – si erano conclusi da pochi mesi e gli alunni erano rientrati nelle loro aule il 12 gennaio 2015.

Il coordinamento del Forum dichiara, innanzitutto, la sua vicinanza e la sua solidarietà a tutti gli alunni, agli insegnanti, alla dirigente e alle famiglie della scuola elementare “E. Pessina”. Il danno che hanno ricevuto è grave e pesante; ed offende l’immagine di tutta la Città di Ostuni, salita alla cronaca dei mass media nazionali e locali per la incapacità della sua classe dirigente e amministrativa di garantire la sicurezza ai bambini nella scuola.

Per l’adeguamento alle norme di sicurezza e risanamento igienico sanitario e strutturale della scuola sono stati spesi – sino ad oggi –più di due milioni di euro, ma l’intonaco si è staccato dal solaio e ha messo a rischio la vita degli alunni e degli insegnanti. Si resta esterrefatti  ed increduli, incapaci di trovare una spiegazione logica.

Il coordinamento del Forum ritiene che l’emergenza va gestita in tempi rapidi per ridurre i danni agli alunni, agli insegnanti e alle famiglie. Vanno messe in campo tutte le risorse e tutte le iniziative per assicurare una regolare chiusura dell’anno scolastico, evitando possibilmente i doppi turni pomeridiani. Ogni disagio deve essere risolto per l’inizio del nuovo anno scolastico, il primo settembre 2015.

Solo in questo modo si potrà sperare in una ripresa di fiducia degli  studenti, insegnanti e genitori nelle istituzioni. Il coordinamento del Forum ritiene che la Commissione d’inchiesta, che il Consiglio Comunale ha deliberato di costituire  nella seduta del 16 aprile 2015, debba operare per rendere comprensibile a tutti i cittadini le responsabilità politiche dell’accaduto e le responsabilità tecniche e amministrative dell’iter procedurale del progetto, dell’appalto, della direzione dei lavori, dei lavori in economia  e dei collaudi di strutture e servizi.

E’ necessario adoperarsi  per assicurare  le famiglie, gli studenti e gli insegnanti che le strutture   di tutte le scuole di Ostuni sono sicure e agibili. Bisogna  garantire che l’Amministrazione della Città operi per il benessere comune e la sicurezza dei cittadini, a partire dai bambini.

Si prende atto favorevolmente della volontà della Amministrazione Comunale di costituirsi parte civile nel procedimento giudiziario e si esprime fiducia nell’operato della Magistratura.

 

 

 

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

TI RACCOMANDIAMO