Consiglio Comunale video intervista al consigliere comunale Giuseppe Tanzarella.

Giuseppe Tanzarella
Giuseppe Tanzarella

Santa Caterina e Scopinaro dopo l’approvazione parla il consigliere Giuseppe Tanzarella

A distanza di alcuni giorni dal consiglio comunale dove è stata votata la delibera per la sistemazione della situazione della zona artigianale di Ostuni, abbiamo incontrato il consigliere comunale del Partito Socialista Giuseppe Tanzarella.

I particolari nella video intervista

A margine dell’intervista le parole del consigliere Tanzarella.

E’ stato particolarmente soddisfacente vedere che la nostra opposizione e’ stata artefice di un consiglio comunale nel quale si sono approvati alcuni importanti ordini del giorno, su iniziativa della stessa. Innanzitutto, con la nostra richiesta di convocazione, possiamo dire di aver interrotto un lungo periodo di latitanza del Consiglio Comunale, che, purtroppo, da 4 mesi non si riuniva più, venendo meno alla sua funzione informativa e, soprattutto, partecipativa. Sulle questioni illustrate, solo la richiesta indirizzata al Sindaco, e finalizzata a far riferire in aula in merito alle nuove linee programmatiche concordate con il PD, non ha trovato approvazione, per la ferma opposizione di maggioranza e dello stesso PD. peccato! Sarebbe stato giusto spiegare al Consiglio i nuovi equilibri politici su cui si dovrà reggere, ahimè, la futura azione amministrativa. Per il resto, e’ stato approvato l’Odg che impegna l’amministrazione a perfezionare l’iter per la realizzazione della nuova 167, da ormai un anno ferma al palo, oltre all’importante Odg che riconosce la legittimità dell’iter svolto per l’approvazione del progetto Aqp che ha determinato l’ubicazione dell’impianto di sollevamento in località Torre san Leonardo, ponendo, finalmente, fine al balletto messo in scena dall’amministrazione al fine di mostrare la propria simulata opposizione al progetto. Così si potrà sperare nella nascita della necessaria infrastruttura fognaria sulla nostra costa. Ancora, importante e’ l’impegno strappato all’amministrazione sulla realizzazione della consulta per gli animali, la quale vedrà protagoniste le associazioni che da anni si spendono faticosamente nella salvaguardia degli animali, spesso senza voce nelle scelte che dovrebbero riguardarle. Ed, ancora, l’Odg relativo alla dotazione del nostro territorio di un servizio di trasporto agevolato che colleghi Ostuni alle più importanti infrastrutture logistiche, quale potrebbe essere l’aereo porto Papola-casale. Ciò al fine di incentivare ed accrescere le presenze turistiche nella nostra città. Capitolo a parte merita la questione Santa Caterina. Sulla vicenda occorre essere chiari con la città. Vi è un problema, di cui certamente non possono ritenersi vittima coloro i quali hanno aggirato la legge acquistando uffici da utilizzare quali abitazioni. Su questo la posizione della politica deve essere netta, per dovere di correttezza nei confronti di tutti gli altri cittadini e per responsabilità. Allo stesso tempo, però, vi è un problema sociale dinanzi al quale non si possono chiudere gli occhi, ma il problema sociale, ad avviso del sottoscritto, avrebbe dovuto riguardare solo coloro i quali possiedono solo un’abitazione nella zona, impossibilitati a trovare altra dimora. Questo sarebbe stato il vero problema sociale da risolvere. Diversamente, consentendo l’indiscriminata possibilità di mutare la destinazione d’uso degli immobili, oltre ad operare in spregio alla normativa urbanistica, in quanto si rischierebbe di pregiudicare l’originaria destinazione di zona, si viene incontro alle istanze speculative di cui questo territorio non ha assolutamente bisogno. Perciò bene ha fatto il consiglio a non revocare, come da noi richiesto, la delibera di variante semplificata adottata nel febbraio 2014 dalla passata amministrazione, riguardante coloro i quali erano stati già oggetto di accertamento e denuncia, ma ha sbagliato grossolanamente pensando di poter regolarizzare la situazione di chiunque sia interessato a trasformare il proprio ufficio in abitazione. Sono convinto che in fase di esecuzione della delibera, al momento dell’eventuale rilascio dei permessi di costruire, non essendovi criteri certi in base ai quali accogliere o meno le istanze, sorgeranno non pochi problemi. Siamo convinti che l’opposizione sia utile quando propone e studia soluzioni che servano alla collettività. Atteggiamento e mentalità che ci è sempre appartenuta“.

Guarda Anche
Scelti Per Te