Vertice, a Palazzo di città, per definire l’iter del Sistema ambientale e culturale (Sac) “La Via Traiana racconta”. Un incontro, svoltosi alla presenza dei sindaci dei comuni di Brindisi, Carovigno, Ceglie Messapica, Fasano, San Vito dei Normanni, gli esponenti della Provincia di Brindisi e i rappresentanti dei Parchi di Torre Guaceto e Dune Costiere per definire gli atti da predisporre entro il 13 giugno propedeutici all’ottenimento del secondo finanziamento, pari a 763.945,00 mila euro erogato dalla Regione per attivare la seconda fase del Sac.

“Un lavoro che stiamo portando avanti da tre anni – ha evidenziato nel corso dell’incontro Domenico Tanzarella, sindaco di Ostuni, ente capofila del progetto – e che abbiamo condiviso con la Regione . La prima parte costituisce il progetto “bandiera”, una sorta di avvio sperimentale delle iniziative che riguardano questi habitat naturali. L’obiettivo è quello di mettere in rete e di poter utilizzare al meglio le potenzialità di questi territori attraverso l’utilizzazione e la fruizione dei beni culturali e storici custoditi al loro interno. Siamo riusciti ad ottenere un primo finanziamento di 625 mila euro ed ora a intercettare un ulteriore finanziamento di 763 mila euro. L’iter è giunto così alla fase del progetto esecutivo.

Gli Enti aderenti al progetto hanno individuano i beni da mettere a disposizione del Sac, da destinare a Centri didattici: Museo delle Civiltà Preclassiche, Parco di Santa Maria di Agnano (l’Anfiteatro) e l’impianto di acquacoltura di Fiume Morelli di Ostuni; il Castello Dentice di Frasso e la Chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo di Carovigno; la Chiesa di Santa Maria della Pietà e quella di San Giovanni a San Vito dei Normanni; Palazzo Granafei–Nervegna, Porta Mesagne, Porta Lecce e Bastioni San Giacomo a Brindisi; il faro del Borgo marinaro di Torre Canne di Fasano; il Castello Ducale di Ceglie Messapica e il centro visite di Torre Guaceto.

biancaostuni inaugurazione

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...