Sarà l’avvocato Nicola Santoro il candidato alla carica di sindaco per il centro sinistra alle prossime amministrative di maggio.

E’ questo il verdetto delle primarie andate in scena domenica nei tre seggi allestiti in Biblioteca comunale a Ostuni. Santoro, 58 anni, consigliere di amministrazione del Sisri, sostenuto in questa competizione elettorale da Partito Socialista, Realtà Italia, Pri, Ostuni che Lavora, Tanzarella per Ostuni, Centro Democratico, Italia dei Valori, Progetto Città, Circolo Liberal, Insieme per Ostuni, Lista Minetti e Sel, ha ottenuto il maggior numero di suffragi rispetto agli altri due candidati in lizza: l’ingegnere Angelo Melpignano, sostenuto dal Partito Democratico, e la psicologa Isabella D’Attoma, espressione, invece, del Movimento “17 marzo-liberi”.

2588 i voti assegnati a Santoro (49,69%), 563 suffragi in più rispetto a quelli andati invece a Melpignano, 2025 (38.88%). Staccata al terzo posto invece la D’Attoma, con 595 voti preferenze (11.43%). Un vantaggio, quello del vincitore di queste primarie, registrato sin dalle prime operazioni di voto, andate avanti per oltre due ore e mezza. Uno scrutinio, iniziato dopo pochi minuti dalla chiusura dei seggi, intorno alle 22.30, che ha verificato, scheda per scheda, le preferenze espresse dai 5420 votanti, dato, questo dell’affluenza, certamente significativo anche perchè di gran lunga più rilevante rispetto alle precedenti esperienze delle primarie, allestite in occasione delle politiche e delle regionali.

Il popolo del centro sinistra ha quindi risposto in maniera massiccia a questo appuntamento con il voto: oltre 1500 i votanti registrati alle ore 12; circa il doppio alle 17 e 4800 alle 20, prima di far registrare l’affluenza maggiore nelle ultime due ore di apertura dei seggi. Questi, i risultati dello scrutinio nei tre seggi: 1) Santoro 689, Melpignano 519, D’Attoma 160; 2) Santoro 1049, Melpignano 815, D’Attoma 237; 3) Santoro 850, Melpignano 691, D’Attoma 197. All’avvocato Nicola Santoro ora il compito, certamente impegnativo, di provare a prendere l’eredità del suo primo sostenitore: il sindaco Domenico Tanzarella.

A contendere la poltrona di primo cittadino a Nicola santoro saranno (almeno per il momento, in attesa di eventuali new entry): il generale Gianfranco Coppola, vice presidente del Consiglio comunale, (centrodestra), Franco Colizzi (“Ostuni città nuova” e Ostuni bene comune”), Vito Semerano (“Forte”, “Libertà” e “Calpesta gramigna rinasce”) e Paolo Mariani (Movimento cinque stelle).

POTRESTI ESSERTI PERSO: