Resoconto Fondazione
Resoconto Fondazione

La tutela, la valorizzazione e la promozione della dieta mediterranea sono al centro dell’esame di un disegno di legge il cui primo firmatario è il senatore del Partito Democratico Salvatore Tomaselli.

L’importante richiesta, presentata in commissione “Agricoltura” del Senato,  ambisce a coinvolgere in quelli che saranno i piani di lavoro parlamentare a supporto del provvedimento, attraverso delle audizioni, la fondazione Dieta Mediterranea, presieduta da Gaetano Crepaldi, che ha sede ad Ostuni, e l’Istituto Agronomico del Mediterraneo di Valenzano. La dieta mediterranea rientra anche nel patrimonio culturale immateriale dell’Unesco. «Un riconoscimento – sostiene Tomaselli – che deve rappresentare un presupposto importante per avviare iniziative a livello nazionale a sostegno della ricerca, dell’informazione, della diffusione e della promozione di uno stile alimentare basato su alcune eccellenze del made in Italy, le quali potrebbero avere ricadute positive non solo sulle produzioni agroalimentari nostrane, ma anche sulle attività turistiche, dell’enogastronomia e culturali. Un patrimonio importante da valorizzare attraverso un’opportuna opera di promozione in campo regionale, nazionale ed internazionale». Il disegno di legge prevede dal 2015 al 2017 lo stanziamento di un milione di euro ogni anno per incentivare la promozione e la valorizzazione. Tra le novità principali del ddl, infatti, vi è anche l’adozione del marchio “dieta mediterranea – patrimonio dell’umanità”, di proprietà esclusiva del Ministero, e che sarà riservato ai soli prodotti alimentari autorizzati. Grande importanza nel disegno di legge -presentato dal senatore Tomaselli- anche per le scuole tramite le quali si propone di diffondere la cultura della dieta mediterranea raggiungendo le famiglie e predisponendo attività formative di educazione alimentare: modelli da attuare anche nelle refezioni scolastiche, inserendo in sede di gara d’appalto riserva di punteggio per le offerte di servizi e forniture rispondenti al modello nutrizionale della dieta mediterranea. Nel  ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali, poi, ci sarà la sede del comitato. E’ prevista l’istituzione della “Giornata nazionale della dieta mediterranea – patrimonio dell’umanità” il 16 novembre. «Seguiremo con attenzione l’iter parlamentare di questo nostro disegno di legge – afferma il senatore Tomaselli – per il valore che rappresenta la Dieta Mediterranea nel nostro paese ed, in particolare, per la nostra terra alla vigilia di un evento mondiale proprio sul tema dell’alimentazione quale l’Expo di Milano».

biancaostuni inaugurazione

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...