fondazione dieta mediterranea a expo 2015
fondazione dieta mediterranea a expo 2015

Bilancio annuale della “Fondazione Dieta Mediterranea”

Il 2015 è stato l’anno dell’EXPO a Milano, l’anno in cui i temi della Nutrizione Umana e dell’Alimentazione sono diventati di dominio pubblico a livello mondiale, e soprattutto l’anno in cui è cresciuta l’attenzione verso i prodotti agroalimentari “Made in Italy” e il modello nutrizionale ad essi collegato, vale a dire la DIETA MEDITERRANEA, che ha rappresentato il punto di riferimento più importante in termini di validità scientifica e di entità patrimoniale culturale. Contestualmente per la Fondazione Dieta Mediterranea è stato un anno estremamente dinamico e ricco di novità, con un bilancio tracciato delle attività nettamente in crescita, che ha permesso di disegnare le linee programmatiche per un 2016 che si preannuncia molto interessante.
Da quanto emerso nelle ultime riunioni degli organi direttivi della Fondazione è forte la soddisfazione verso un’attività intensa caratterizzata da un forte legame con il territorio sviluppato in ottica nazionale ed internazionale. Tra i punti salienti che hanno segnato l’azione di rilancio vi è l’importantissimo accordo stipulato con l’American Federation for Aging Research (AFAR), prestigioso ente USA, molto attivo nel sostegno alla ricerca scientifica orientata al miglioramento della qualità della vita degli anziani. Viviamo in un mondo in cui l’età media è in costante aumento e si moltiplicano le patologie legate all’invecchiamento: la Fondazione investe molto nella ricerca sugli effetti benefici della Dieta Mediterranea per la salute dell’Uomo in ogni età, a partire dai primi anni di vita e durante tutto il periodo dell’accrescimento fino all’età adulta, ponendo particolare attenzione per l’Anziano. L’intesa con l’AFAR si è tradotta in 2 missioni internazionali della Fondazione negli USA, in California e New York, in cui sono stati divulgati i princìpi della Dieta Mediterranea e promossi i prodotti della Dieta che maggiormente intervengono nei processi di miglioramento dello stato di salute, in primis l’OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA. In Italia è stato realizzato invece il progetto “Food Season”, consistente in convegni e conferenze scientifiche e culturali incentrati sull’importanza della Dieta nell’arco della vita dell’Uomo, in concomitanza con un programma di iniziative tese alla valorizzazione dei luoghi identitari della Dieta, con visite insieme ai rappresentati americani presso diverse città pugliesi, luoghi di particolare valenza storico-paesaggistica e sedi di aziende d’eccellenza dei prodotti tipici del territorio pugliese, in collaborazione con vari enti ed istituti, tra cui i GAL Alto Salento e Terra dei Messapi.
L’EXPO ha rappresentato un altro tassello importantissimo nel mosaico delle attività svolte dalla Fondazione. Nella settimana dedicata alla Dieta Mediterranea, in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche, la Fondazione ha organizzato una conferenza sugli effetti benefici dell’olio Extravergine d’Oliva, quale prodotto principe della Dieta. La partecipazione ai lavori di EXPO è stata continua ed articolata in quanto i massimi dirigenti della Fondazione, il Presidente Prof. Gaetano Crepaldi ed il Direttore Generale Dott.ssa Stefania Maggi, sono stati tra i protagonisti di numerose conferenze tenutesi durante i sei mesi di apertura dell’esposizione. Attività che ha avuto ricadute nel territorio brindisino, grazie ad una serie di convegni e convivi di preparazione ad EXPO organizzati dalla Fondazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

TI RACCOMANDIAMO