Festa Vino Novello 3
Festa Vino Novello 3

Chiostro di Palazzo San Francesco e Piazza della Libertà, sabato 10 e domenica 11 novembre 2018.

Mantenere viva la tradizione attraverso un evento che promuove la cultura contadina. Torna in una veste rinnovata la manifestazione dedicata all’olio e al vino novello, che si terrà come di consueto all’interno del Chiostro di Palazzo San Francesco. La Città bianca si prepara ancora una volta a dare il benvenuto alla stagione autunnale con “Le vie di San Martino”, evento che andrà in scena nelle serate di sabato 10 e domenica 11 novembre prossimi. Organizzata dal Gruppo Folk La Stella, con il sostegno del Comune di Ostuni e in collaborazione con Radici del Sud e Terronia Bella, la manifestazione è stata messa a punto anche grazie al prezioso contributo dell’AIS (associazione italiana sommelier) e del Libero Comitato Anti-Xylella, realtà che conferiscono all’iniziativa un respiro tecnico-scientifico.

Il programma delle due serate dedicate ai principali prodotti dell’economia agricola ostunese, è stato presentato durante la conferenza stampa che si è svolta a Palazzo di Città nella mattinata di giovedì 8 settembre, alla presenza del sindaco Gianfranco Coppola; dell’assessore alle attività produttive Maria Zurlo; dell’assessore alla Cultura e al Turismo Vittorio Carparelli; di Carmela Riccardi, Presidente del Libero Comitato Anti-Xylella; di Pietro D’Amico, Presidente del Consorzio Olio DOP “Colline di Brindisi” e dei rappresentanti dei tre gruppi folkloristici ostunesi.

Musica e gastronomia continuano a essere i protagonisti indiscussi della due giorni di festa, che sarà arricchita da due degustazioni “tecniche” di olio e vino novello, riservate agli addetti ai lavori e agli appassionati. In programma anche un convegno a sfondo scientifico, incentrato sull’approfondimento della batteriosi da Xylella fastidiosa, che sta flagellando gli oliveti della Puglia centromeridionale. “Olii e olivi, tra ricerca, scuola e produzione” avrà inizio alle ore 18 di sabato 10 novembre, all’interno di un chiostro comunale allestito per ospitare concerti e balli, rievocazioni storiche di vendemmia e molitura, stand gastronomici e di degustazione di olio e vino prodotti da olive e vitigni nostrani.

«Dare rilievo alla qualità dei nostri vini e dei nostri oli, esaltando la professionalità dei produttori – afferma l’assessore Zurlo – è il nostro obiettivo principale, che intendiamo raggiungere dando spazio anche a chi studia e si impegna nella ricerca scientifica. Oltre al convegno organizzato dal Libero Comitato Anti-Xylella, tra le iniziative a latere compare una degustazione tecnica ideata da AIS Puglia per conoscere più a fondo le caratteristiche organolettiche dei vitigni autoctoni di ottavianello e susumaniello, che si terrà nella sala consiliare alle ore 19 di domenica 11 novembre. Sono davvero felice di essere riuscita a coinvolgere gli alunni dell’Istituto Tecnico e Agrario “Pantanelli-Monnet”, che rappresentano il valore aggiunto di un evento culturale che vuole continuare a crescere. L’intera manifestazione è senz’altro un’occasione imperdibile per conoscere la storia della nostra terra, assaporandone i frutti più prelibati».

«La festa di San Martino è per la comunità locale un’antica ricorrenza che va onorata – spiega l’assessore Carparelli – cercando di fare durare nel l’appuntamento con “Le vie di San Martino”, un evento capace di coinvolgere tanti ostunesi e di raccogliere partecipanti anche dai comuni limitrofi. Destagionalizzare la nostra offerta turistica, proteggendo le tradizioni e promuovendo la nostra cultura, è il lavoro a cui mi dedico quotidianamente con passione perché sono convinto che Ostuni ha tutte le carte in regola per essere viva a novembre, come ad agosto. Per far sì che ciò avvenga, c’è bisogno di condivisione e collaborazione.

“Le vie di San Martino” dimostra che realizzare una manifestazione in cui convergono realtà simili e differenti, è assolutamente possibile, oltre che divertente e gratificante. Grazie all’impegno di tante persone infatti, potremo godere di un intenso weekend all’insegna della cultura popolare, del divertimento e del gusto. Tutto avrà inizio con il corteo storico che parte alle ore 17 dalla Biblioteca comunale, attraversa viale Pola e termina in Piazza della Libertà con l’avvio dell’evento. Una festa a cui consiglio di non mancare, per la qualità e la varietà delle iniziative programmate».

«L’unione di tre gruppi folk, di due associazioni e di svariati professionisti segna l’avvio di una fase feconda per l’organizzazione di eventi articolati come la prossima edizione de “Le vie di San Martino”. Camminare insieme porta sicuramente più lontano – dichiara il sindaco Coppola – e la condivisione permette di vivere più consapevolmente ogni esperienza. Proprio per questo motivo il programma di quest’anno è ricco e variegato, riuscendo a soddisfare le esigenze di chi vuole distrarsi e anche di chi desidera informarsi. Ringrazio l’architetto Riccardi per il sodalizio con il Libero Comitato Anti-Xylella, che a Ostuni ha avviato a favore della cittadinanza una preziosa attività di supporto conoscitivo sul batterio che causa il disseccamento rapido dell’olivo e sulle misure adoperate per contrastare l’implacabile avanzata verso il nord della Puglia. Non smetterò di ripetere che l’ignoranza è il peggiore dei difetti attribuibili a una società, perciò gli amministratori hanno il compito di favorire momenti di approfondimento scientifico e culturale, inclusi quelli ludici ed enogastronomici».

Per ulteriori informazioni circa il programma de “Le vie di San Martino” è possibile consultare la pagina Facebook relativa all’evento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

TI RACCOMANDIAMO