Immagine8
Immagine8

Pezza Calandra2Sabato 14 giugno prossimo, alle 11.00 Presso la ex cava verrà presentato l’intervento di recupero e riqualificazione dell’ex cava di Pezza Caldara all’interno del Parco Naturale Regionale delle Dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo. Sita nel tratto terminale della lama omonima tra pascoli e seminativi punteggiati da oliveti monumentali a pochi passi dalla masseria Pezza Caldara e dalla masseria L’Ovile. Di proprietà del Comune di Ostuni è estesa 4 ettari. Dismessa dall’attività di estrazione del tufo da oltre 30 anni è diventata uno scrigno di biodiversità con un campionario di specie floristiche riscontrabili in tanti siti naturali del Parco.

Attraverso il progetto “Fondo Italiano per la Biodiversità” di Federparchi Europarc Italia e grazie al finanziamento di Carta BCC si è provveduto a realizzare un progetto di rinaturalizzazione naturalistica e paesaggistica della cava al fine di renderla fruibile per attività didattiche. La natura aveva già riconquistato questo spazio tra ginepri (fenicio e oxicedro), macchia a lentisco e mirto oltre a distese di timo, olivi, fichi e altri alberi da frutto. Il progetto ha consentito la bonifica dei luoghi, la messa a dimora di numerose piantine forestali della macchia mediterranea insieme alla realizzazione di interventi atti a mettere il luogo in sicurezza. Tutto ciò ha consentito di riqualificare un’area che da marginale è stata restituita alla collettività.

Interverranno:

Gianfranco Coppola, Sindaco del Comune di Ostuni

Giulia Anglani, Presidente Parco dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo

Alberto Cosma, Gestore relazioni istituzionali Iccrea Banca

Francesco Zaccaria, Presidente BCC di Ostuni

Francesco Carlucci, Direttore Federparchi – Europarc Italia

Alle ore 11.30 seguirà una visita guidata all’ex cava con l’illustrazione degli interventi di recupero realizzati dal progetto, mentre alle ore 13.00 ci sarà una degustazione di prodotti del Parco presso l’attigua masseria L’Ovile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...