Venerdì prossimo, 4 aprile, nuovo importante evento culturale promosso dallo Slow Cinema di Ostuni.

Alle ore 20.30, ospite della sala cinematografica di corso Mazzini, sarà Salvatore Cosentino, magistrato della Procura di Locri, in scena con il suo monologo: “Eva non è ancora nata”, ispirato nel titolo a una canzone di Giorgio Gaber del 1978.

Dopo “Un diritto… messo di traverso”, vincitore del Premio Internazionale Kouros 2013, ancora in scena nei teatri e negli atenei di tutta Italia, Cosentino con “Eva non è ancora nata”, propone una pièce teatrale che, in un periodo di frequenti omicidi di donne e di volti “sfigurati” dall’acido, racconta e “rifigura” la bellezza della dignità della donna attraverso la descrizione delle ultime leggi che la tutelano ma anche di quelle leggi sbagliate, più risalenti nel tempo, che spesso l’hanno mortificata.

Il tutto nella forma del teatro-canzone, narrando in modo ironico e leggero, ma al contempo intenso e profondo, che la bellezza della donna non è magrezza a tutti i costi, perfezione del fisico, negazione dell’età, bensì comunicazione di luce, coraggio, amore per la vita.

Un evento organizzato in collaborazione con il Rotary Club “Ostuni – Valle d’Itria – Rosamarina”.

Prevendite e info: 388.7256656 – slowcinemaostuni@gmail.com

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...