In carcere un 49enne di Ostuni che mercoledì mattina ha minacciato il titolare di un bar del centro e i suoi figli. Gli stessi hanno chiesto aiuto alle forze dell’ordine. Sul posto una pattuglia del locale commissariato.

Ha minacciato l’esercente e i suoi figli di dar fuoco al suo locale, sol perchè gli era stato chiesto di pagare la consumazione. E’ stato arrestato in flagranza di reato un 49eme di Ostuni già noto alle forze dell’ordine, G.P., che ha seminato il panico  in un bar di Ostuni. Provvidenziale è stato l’intervento dei poliziotti del commissariato della Città Bianca, allertati dalle vittime.

L’episodio si è verificato nella mattinata di ieri (mercoledì 5 giugno). L’uomo ha consumato degli alcolici all’interno del bar. Alla richiesta del titolare di pagare, il 40enne lo ha minacciato di incendiare il locale. Il commerciante, impaurito dal comportamento dell’avventore, ha dovuto sottostare alle sue imposizione e non senza difficoltà lo ha accompagnato fuori dall’esercizio commerciale, per non mettere in pericolo i congiunti, che lo aiutavano nella conduzione del bar.

Poco dopo, però, il 49enne ha raggiunto nuovamente il bar, a bordo della sua auto. Sempre sotto la minaccia di distruggere tutto, ha spintonato i figli del proprietario, ordinando loro altri bicchieri di liquori. Uno di loro, in quei concitati momenti, è riuscito a chiedere aiuto alla polizia.

Sul posto si è rapidamente recata una Volante del locale commissariato. Gli agenti sono riusciti a bloccare il 49enne nei pressi del bar e lo hanno condotto in commissariato. Da lì, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato condotto in carcere con l’accusa di estorsione aggravata.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Partecipa alla discussione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.