Pattuglia Polizia di Ostuni alla Stazione FS
Pattuglia Polizia di Ostuni alla Stazione FS

Doveva scendere alla stazione di Ostuni, ma si addormenta profondamente e senza neanche rendersene conto arriva fino a Bari.

I familiari di un’adolescente residente nella Città Bianca hanno vissuto momenti di grande apprensione fino a quando dagli agenti della Polizia Ferroviaria non è arrivata la buona notizia: la ragazza stava bene.

I genitori attendevano la figlia in stazione. Il treno, proveniente da Lecce, arriva in orario a Ostuni. Scendono diversi passeggeri, ma nessuna traccia della figlia. I due temono il peggio. Immediatamente chiedono aiuto alle forze dell’ordine. Oltre ad acquisire un identikit preciso della minorenne, la Polfer si fa dare delle indicazioni anche sugli indumenti indossati.

Tali elementi si riveleranno decisivi. I poliziotti attendono il treno a Bari, salgono a bordo del convoglio e ispezionano tutti i vagoni fino a quando non trovano una ragazzina appisolata su un sedile. Era lei: l’adolescente di Ostuni. Si era semplicemente addormentata, perdendo la cognizione dello spazio e del tempo. Poco dopo, i genitori l’hanno riabbracciata.

Destino analogo è toccato a un’altra ragazza che invece si era allontanata da una comunità di assistenza terapeutica, nella provincia di Lecce. La disamina veloce di tutti i treni provenienti da Lecce ha consentito alla pattuglia della Polfer di individuare tempestivamente la giovane nella stazione di Bari, evitando che si disperdesse pericolosamente tra la folla.

La stessa è stata successivamente affidata ai familiari. Questi, in entrambi i casi, hanno ringraziato gli agenti per il tempestivo intervento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...