Una ragazza è ricoverata all’ospedale di Cisanello ed è in gravi condizioni. Gli altri due studenti hanno riportato conseguenze meno gravi. I tre amici stavano uscendo da un locale. Il conducente dell’auto si è poi costituito.

Uno studente ostunese di 19 anni è ricoverato con un trauma cranico presso l’ospedale di Livorno, dopo essere stato travolto da un’auto pirata che ha investito altri due coetanei che si trovavano insieme a lui sulle strisce pedonali, sul lungomare di Marina di Pietrasanta (Lucca).

L’episodio si è verificato intorno alle 4 di oggi (giovedì 1 novembre). Il conducente dell’auto, qualche ora dopo, accompagnato dal suo avvocato, si è recato presso la caserma dei carabinieri. Si tratta di un italiano di 31 anni, originario della Germania e residente a Lucca.
Gli agenti della Polstrada, recatisi sul posto per i rilievi del caso, erano sulle tracce dell’automobilista.

Questi era alla guida di una Seat Leon grigia. A bordo della vettura pare si trovassero quattro persone. Dopo aver centrato in pieno il gruppo di giovani, appena uscito da un locale notturno, il conducente ha tirato dritto, senza fermarsi a prestare soccorso.

Ad avere la peggio è stata una ragazza di Nuoro, che dopo un primo ricovero all’ospedale Versilia, è stata trasferita presso il nosocomio di Cisanello. La malcapitata ha riportato un trauma toracico, oltre a lesioni agli arti.  Anche lo studente di Ostuni, iscritto a un ateneo di Pisa, in un primo momento è stato curato presso l’ospedale Versilia, dove è arrivato in codice rosso, per poi essere trasferito a Livorno. Da quanto riportato sulle cronache locali, il ragazzo dovrà essere sottoposto a un intervento chirurgico. Fortunatamente non corre pericolo di vita. Il terzo ferito, originario di Macerata e residente a Camerino, è ricoverato in terapia intensiva all’ospedale Versilia.

La dinamica dei fatti è al vaglio della Polstrada, presso i cui uffici il 31enne è stato trattenuto. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

TI RACCOMANDIAMO