Ai domiciliari a Ostuni A.L e O.A.T: sorpresi in un casolare con 17 piantine

Due ragazzi appena maggiorenni sono stati sorpresi a coltivare piantine di marijuana e sono stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: ai domiciliari sono finiti A.L e O.A.T, entrambi di Ostuni. I due giovani sono stati fermati dagli agenti del commissariato della Città Bianca in un rudere.

In quel casolare abbandonato i poliziotti hanno trovato tutto il necessario per la coltivazione: sono state trovate 17 piantine. Complessivamente sono stati sequestrati 800 grammi di marijuana. A tutti e due i 18enni il pubblico ministero di turno, Raffaele Casto, ha riconosciuto i domiciliari tenuto conto della giovane età e dello status di incensurati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

TI RACCOMANDIAMO