La Volante della Polizia
La Volante della Polizia

In carcere Donato Greco, 47 anni, di Ostuni: era ai domiciliari per scontare un residuo di pena dopo la condanna per omicidio e mandava messaggi minatori alla sua ex e al nuovo compagno della donna.

Prima o poi lo troveranno morto, tu e lui dovete fare una brutta fine”. Minacce di morte alla ex e al suo nuovo compagno, spedite via Sms nonostante fosse ai domiciliari per scontare un residuo di pena dopo la condanna per omicidio a sfondo passionale: Donato Greco, 47 anni, di Ostuni, è stato condotto nel carcere di Brindisi, su disposizione del magistrato di sorveglianza.

L’arresto

Il provvedimento è stato eseguito dagli agenti del Commissariato della Città Bianca, gli stessi che hanno monitorato l’utenza telefonica in uso a Greco dopo che la donna ha sporto denuncia rivolgendosi alla polizia di una località campana dove risiede da qualche anno. Stando a quanto accertato dagli agenti, le minacce era reiterate, sempre recapitate via telefono.

In un contesto del genere, è stato ritenuto “concreto e attuale il pericolo di evasione dagli arresti domiciliari per raggiungere la provincia di Napoli” e mettere in pratica le intenzioni di vendetta. Avrebbe potuto uccidere sia la sua ex che l’attuale compagno della donna.

I messaggi e le minacce
“Dovete fare una brutta morte”, ha scritto di recente alla donna. “Lui lo troveranno morto con le .. appese in bocca”. Scriveva anche di essere “stregato e letteralmente rapito”. Di fronte a messaggi di questo tenore, il magistrato di sorveglianza ha revocato gli arresti domiciliari, ordinando il trasferimento immediato nel carcere di via Appia, a Brindisi.

Scelti per te