Negati i domiciliari a condannato per appropriazione indebita

POLIZIA
POLIZIA

L’uomo è stata tradotto in carcere dalla polizia su ordine del tribunale di sorveglianza di Taranto.

Il commissariato di polizia di Ostuni ha tratto in arresto su provvedimento del Tribunale di Sorveglianza di Taranto il 44enne D.G.M, a suo tempo destinatario di un ordine di carcerazione in seguito a condanna definitiva a sei mesi e 20 giorni di carcere per appropriazione indebita aggravata.

Il magistrato di sorveglianza aveva richiesto una informativa alla polizia giudiziaria competente sui comportamenti di D.G.M, per valutare se ammetterlo o meno al beneficio della detenzione domiciliare per l’espiazione della pena residua.

L’esito della relazione del commissariato, che metteva in evidenza i trascorsi giudiziari dell’interessato e gli interventi nei suoi confronti da parte delle forze dell’ordine, quindi la presunta pericolosità sociale dello stesso, ha convinto il tribunale competente a disporre la traduzione in carcere di D.G.M.

Guarda Anche
Scelti Per Te