Cadavere ritrovato sul litorale a Monticelli, un caso avvolto dal mistero. Nelle prossime ore l’autopsia

cadavere Monticelli
cadavere Monticelli

Sarà con ogni probabilità l’autopsia, che il Pm dovrebbe disporre per le prossime ore (forse già nella mattinata di domani), a fornire elementi utili per giungere ad individuare l’identità del cadavere ritrovato nel pomeriggio di oggi sul litorale tra Monticelli e Rosa Marina.

Sarebbero stati alcuni passanti a fare l’orribile scoperta e ad allertare immediatamente la centrale operativa dei Carabinieri. Il cadavere era appena visibile tra detriti, piccoli tronchi e alghe, trasportato sulla spiaggia dalle onde del mare, a pancia in giù e in avanzato stato di decomposizione, tanto da non consentire addirittura agli inquirenti di verificare se si tratti di un uomo o di una donna.

Un unico elemento utile e importante. Il corpo presenterebbe gravi ferite all’altezza del cranio e su altre parti del corpo. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Ostuni e Fasano che ora stanno svolgendo le indagini, coordinate dal Pubblico Ministero di turno della Procura di Brindisi, la dott.ssa Daniela Iolanda Chimienti e supportate amche dalla Capitaneria di Porto di Brindisi.

Un caso ancora avvolto dal mistero e che porta gli inquirenti a non escludere alcuna pista riguardo alla provenienza e all’identità del cadavere che potrebbe essere rimasto in mare per diversi giorni. Le ferite riscontrate potrebbero essere state provocate dall’urto del corpo sulle scogliere del litorale.

Guarda Anche
Scelti Per Te