Comunicato stampa dell’On.Valentina Palmisano relativo al Convegno tenutosi ad Ostuni il 6 Aprile 2019 sul reddito di cittadinanza spiegato da Mimmo Parisi

Grazie.
Un sincero e sentito ringraziamento ai numerosi cittadini che, liberi da condizionamenti politici e personali, hanno deciso di rendere omaggio all’ostunese Prof. Mimmo Parisi, Presidente di ANPAL (Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro), invitato dall’On. Valentina Palmisano e dall’attivista Domenico Pecere a ritornare nella propria città natale per descrivere il progetto di rivoluzione del mercato del lavoro italiano a firma del Movimento 5 Stelle.

Un professionista che trent’anni fa, come ancora oggi purtroppo accade, ha dovuto lasciare la propria terra per cercare altrove risposta alle proprie ambizioni e attitudini, approdando in una realtà dove il sistema lavoro è basato sulla meritocrazia e riscuotendo, dopo tanti sacrifici, il meritato successo.

“Prima di parlare del Reddito di Cittadinanza, è importante capire cosa vuol dire avere una comunità che ti aiuta a crescere, che crede in te e che ti da una speranza; le cose non si fanno da soli, io avevo un grande navigator che mi ha accompagnato a capire la complessità del mondo sin da quando, all’età di 12 anni, mi arrampicavo sulle macchine per lavare i vetri” – ha spiegato il Prof. Parisi – “Bisogna cambiare idea, a cominciare dai giovani; dobbiamo spiegargli che non è sufficiente avere una laurea o un master ma è necessaria una formazione al lavoro: le tante esperienze anche molto umili possono garantire un futuro migliore”.

I lavori sono stati introdotti dalla Deputata M5S Valentina Palmisano che ha manifestato il suo orgoglio per la presenza del Presidente Parisi, che per la prima volta partecipa a un incontro del genere.

Tra i relatori, anche il Prof. Nicola Ferrigni, professore associato alla Link Campus University, che non ha mancato di sottolineare il grande investimento in capitale umano che con il Reddito di Cittadinanza si vuole portare a termine e che nel frattempo rappresenterà l’unico “censimento reale” dello stato di benessere del Paese al fine di intervenire efficacemente sul mercato del lavoro, sin ora ignorato dalle politiche attuate.

Altro relatore di grande spessore, il Dott. Paolo Zizzi, sociologo che si occupa di formazione e politiche attive del lavoro dal 1984 e che durante l’incontro ha evidenziato le relazioni tra i livelli occupazionali e i fattori socio – economici con la salute dei cittadini, spiegando che proprio questi “incidono per circa il 50% sullo stato psico – fisico della popolazione”, ponendo poi l’accento su quanto “la perdita del lavoro sia determinante per la contrazione delle malattie più diffuse”.

L’incontro è stato condotto dall’attivista Domenico Pecere, uno dei giovani di punta del gruppo degli attivisti del Movimento 5 Stelle di Ostuni, il quale ha altresì raccontato la sua personale esperienza di vita e lavorativa, raccogliendo grande interesse da parte del pubblico.

Di fronte a chi si prodiga per infarcire le proprie liste di proseliti ed ex candidati o di chi discute la spartizione di ruoli e garanzie per le prossime consultazioni elettorali, gli attivisti ostunesi del Movimento 5 Stelle tengono a sottolineare che, come sin dall’inizio annunciato e senza cambi di rotta o sorprese dell’ultima ora, vogliono continuare a sensibilizzare i cittadini sulle problematiche e sui temi più sentiti, lontani anni luce dal voler estorcere anche un solo voto o dal proporre “posti sicuri” in cambio del sostegno politico.
Un gruppo di persone, insomma, liberi da condizionamenti o affari in sospeso, che vuole crescere, che sta proponendo il proprio progetto di città a tutti gli ostunesi e che ha bisogno del sostegno di tutti per dare risposta alle esigenze di ognuno: “una comunità che si occupi di noi e che non lasci indietro nessuno, che non si distingua solo per privilegi e favoritismi o per la più becera persecuzione di interessi privati e smanie di potere”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...