Ha trovato posto tra le mura di Palazzo San Francesco un insolito alberello di Natale, consegnato nella tarda mattinata di martedì 18 dicembre, da parte dei ragazzi che lo hanno realizzato.

Frequentano l’ultimo anno del corso di studi in Elettronica, i nove studenti della V A dell’ITIS Pantanelli – Monnet, che poco meno di un mese fa hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa dell’amministrazione comunale, interessata a coinvolgere la scuola nell’abbellimento della città in vista delle festività natalizie. L’idea è venuta in mente all’assessore alle attività produttive Maria Zurlo, che ha lanciato la sfida ai ragazzi nell’intento di avviare una collaborazione sistematica tra l’ente comunale e una delle scuole più all’avanguardia della Città bianca.    

Cambiano i tempi, ma non i simboli. Questo è il significato che i nove studenti hanno attribuito al loro lavoro. Attorno a un realistico alberello di pino, adornato con pigne e frammenti di legno, si erge a spirale una serie luminosa di led colorati. Un piccolo display riporta frontalmente le informazioni salienti sul progetto, mentre da una cassa posta alle spalle dell’alberello vengono diffuse canzoni e melodie natalizie.

«Un albero di Natale stilizzato – hanno spiegato i ragazzi – che si adatta al tempo in cui viviamo. Le luci sono un richiamo alla vita, quindi alla natività: un concetto che possiamo continuare a coltivare solo se difendiamo la natura. La salvaguardia ambientale rappresenta il profondo valore simbolico che abbiamo deciso di assegnare alla nostra opera. L’albero è circondato, e quindi protetto, dalle luci colorate; allo stesso modo l’essere umano dovrebbe proteggere l’ambiente con le sue infinite e brillanti idee, piuttosto che continuare a danneggiarlo».

L’alberello è stato realizzato grazie all’utilizzo della piattaforma hardware “Arduino”, che permette a questa piccola opera d’arte altamente tecnologica non solo di riprodurre luci colorate e suoni, ma anche di rimanere continuamente in funzione. «Abbiamo ritenuto opportuno sistemare l’albero di Natale realizzato dai ragazzi – ha affermato il sindaco Gianfranco Coppola, che ha accolto gli studenti assieme all’assessore Zurlo – nell’atrio d’ingresso di Palazzo San Francesco affinché possa essere ammirato da chiunque, sia di giorno, che di notte».

«Nel ringraziare la dirigente scolastica dell’istituto Pantanelli – Monnet, Anna Luisa Saladino – ha dichiarato l’assessore Zurlo – mi complimento con questo straordinario gruppo di lavoro e con i loro docenti, per essere riusciti in pochissimo tempo, durante l’orario di lezione, a realizzare una vera e propria installazione artistica. Il valore di questo progetto sta nell’entusiasmo, nella prontezza e nella sensibilità con cui il lavoro è stato svolto, e questo costituisce, tanto per l’amministrazione comunale, che per l’intera cittadinanza, un autentico motivo di orgoglio.

Stiamo individuando una soluzione affinché il prossimo Natale sia targato scuola/amministrazione, una collaborazione importante in termini di partecipazione e coinvolgimento, che renderebbe i ragazzi di Ostuni protagonisti nell’impegno verso la propria città e infonderebbe loro l’idea di ritornare dopo un immediato futuro che li vedrà in buona parte lontani per gli studi».

Gli studenti della V A/E, che hanno realizzato l’albero di Natale donato al Comune di Ostuni sono: Gianluca Zurlo, Marina Curri, Alessio Lorusso, Daniele Garibaldi, Vito Rodio, Luca Saponaro, Giuseppe Legrottaglie, Antonio Greco e Pierluigi Franceschini, mentre gli insegnanti che hanno seguito e coordinato l’attività dei ragazzi sono i due docenti di TPSEE (Tecnologia e Progettazione di Sistemi Elettrici ed Elettronici), Raffaele Mauramati e Cosimo Villani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...