«Subito i rinforzi per il commissariato di Ostuni. Anche la sicurezza è un elemento fondamentale per la crescita turistica del territorio».

Dopo gli appelli al ministro dell’interno Matteo Salvini da parte delle organizzazioni sindacali di Polizia, ora è l’imprenditore e presidente pugliese di Confindustria giovani, Gabriele Lippolis, a rilanciare la necessità di aumentare l’organico in dotazione tra le varie forze dell’ordine impegnate nel garantire la sicurezza in Valle D’Itria, e sulla costa adriatica della provincia di Brindisi. Lippolis, che negli ultimi anni ha deciso di investire proprio nel territorio di Ostuni, ritiene necessario un’inversione di rotta su questo fronte da parte delle autorità competenti.

«La Città bianca nel corso della stagione estiva quadruplica la sua popolazione e ritengo sia giusto e necessario un maggior numero di uomini nel controllo del territorio. La mia riflessione, però, parte –spiega l’imprenditore- dalla doverosa premessa che fino a questo momento è stato fatto un grande lavoro, e lo testimoniano gli arresti degli ultimi due anni e mezzo del commissariato di Ostuni con soli 20 uomini. Il vicequestore aggiunto Gianni Albano sta dimostrando di essere molto attento e concreto a quelle che sono le dinamiche che si sviluppano in questa città. Così come anche carabinieri e Guardia di Finanza sono impegnati quotidianamente nel presidiare il vasto territorio. Quest’anno tanti uomini, in termini di rinforzi per le forze dell’ordine, sono andati a Lecce, ma quella area ha avuto una diminuzione di oltre il 40%. Noi che invece abbiamo aumentato il numero e la qualità degli arrivi, ci ritroviamo senza personale aggiunto».

La previsione di un boom di presenze in Valle D’Itria e nell’intera area dell’ Alto Salento – secondo Lippolis – è un elemento che potrebbe portare ad un immediato piano di rinforzi tra le forze di polizia a stretto giro. «Non è tardi per aggregare altri uomini, anche se bisogna pensare a rafforzare l’intero organico attuale del commissariato di Ostuni, così come evidenziato nella nota del sindacato, con i prossimi pensionamenti. Ben vengano gli aggregati, ma bisogna investire in termini di personale nell’intera provincia di Brindisi. Faccio appello al ministero dell’interno, ed al prefetto di Brindisi affinché possa farsi portavoce di questa esigenza nel territorio».

Ci sono anche altri rappresentanti delle istituzioni tra i destinatari delle istanze del presidente di Confindustria giovani Puglia. «Tutti i parlamentari, in maniera trasversale, portino avanti iniziative e richieste su questo fronte. La politica deve essere unita su questi temi. Non ci possono essere divisioni tra fazioni. Ognuno deve lavorare affinché si possa raggiungere l’obiettivo: più personale per le forze dell’ordine, su questo territorio. Noi operatori commerciali – conclude Gabriele Lippolis – così potremo, avere ancora maggiore volontà nel creare nuovi posti di lavoro. In questa fase storica tra le altre cose, poi, ci sono tanti stranieri che vogliono investire, con le loro imprese sane e soldi leciti. A loro occorre dare delle garanzie, e quella dell’organizzazione del sistema sicurezza con un ‘intera rete di forze dell’ordine, adeguata nel numero di personale, deve essere una priorità».

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...