cgil
cgil

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Vincenzo Cavallo della CGIL di Ostuni sulla gara d’appalto del servizio refezione scolastica, tema che sta accendendo il dibattito politico cittadino. La preoccupazione dei sindacalisti è per i lavoratori del servizio.

Con la presente, senza entrare nella polemica politica che in questi giorni sta occupando le pagine dei giornali, la suddetta Organizzazione Sindacale ritiene doveroso portare a conoscenza che da giorni ha richiesto un incontro urgente al Sindaco, all’Assessore alla Pubblica Istruzione e al Responsabile del Procedimento del Comune di Ostuni per discutere delle problematiche che, a nostro parere, possono minare la qualità del servizio di refezione scolastica, i livelli occupazionali e retributivi dei lavoratori. (Qui la lettera della CGIL).

Ad oggi non abbiamo ricevuto nessun riscontro relativo all’incontro né tanto meno ci sono stati chiarimenti relativi al bando che a nostro avviso risulta carente di informazioni importanti sul personale.

Tale carenza può costituire un elemento di grande pericolosità poiché consentirebbe alle aziende che partecipano alla gara, pur di vincere, di fare delle offerte secondo le loro esigenze tecnico organizzative non tenendo in considerazione l’attuale platea storica con i rispettivi orari lavorativi, i livelli di inquadramento e quanto loro dovuto economicamente, minando di fatto la qualità del servizio.

Confidiamo che l’Amministrazione Comunale, quanto prima, possa rivolgere la propria attenzione a tale problematica e confrontarsi con questa O. S. al fine di difendere i diritti acquisiti dei lavoratori e fornire alla collettività Ostunese un servizio efficiente e di qualità.

In ogni caso questa O.S., in rappresentanza di tutti i lavoratori coinvolti in questo servizio, comunica che qualora non dovesse esserci un immediato riscontro, si attiverà con iniziative di carattere sindacale e legale a tutela dei lavoratori e del servizio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

TI RACCOMANDIAMO