Si è concluso alcuni mesi fa il concorso Giganti di Puglia organizzato da Millenari di Puglia su tutto il territorio regionale con l’obiettivo di tenere sempre alta l’attenzione sul valore del grande patrimonio olivicolo pugliese.

E’ stato difficile scegliere tra tantissimi ulivi meravigliosi. Gli ulivi che hanno passato la selezione finale sono tutti alberi che si distinguono, sia per dimensioni e forma, che per stato di conservazione e produttività. Tra i candidati vi sono stati esemplari spettacolari presenti in tutte le provincie di Puglia. Lo scorso anno il vincitore della prima edizione del premio fu un ulivo del tarantino in agro di Manduria, quest’anno il vincitore della seconda edizione si trova ad Ostuni ed è stato soprannominato “l’Imperatore”.

Imperatore inteso non come dominatore, sebbene le sue misure siano decisamente imponenti, ma come grande maestro di vita a cui guardare per imparare, capire. Lui, l’imperatore, amorevole e paziente insegnante, noi comuni mortali, ammirati discepoli.
Si tratta di un ulivo dalle forme straordinarie, con un tronco scolpito dal tempo e con una parte di esso che poggia su una pila di pietre posta in aiuto per sorreggerlo, particolare che testimonia la cura e l’attenzione dei suoi “custodi”. Sulla base delle ultime ricerche in tema di datazione degli ulivi, gli esperti ritengono che l’Imperatore e gli ulivi che si trovano nelle immediate vicinanze potrebbero essere del periodo romano poiché raggiungono dimensioni che superano gli 8 metri di circonferenza misurata a 130 cm dal suolo.

L’ulivo è ben custodito nei terreni privati della famiglia Martucci di Ostuni e sarà premiato in occasione di una passeggiata di Millenari di Puglia, organizzata per dare la possibilità a tutti coloro che lo desiderano di ammirarlo di persona.

L’Imperatore è dunque l’ulivo che rappresenterà simbolicamente l’intero patrimonio degli ulivi monumentali pugliesi fino alla prossima edizione. Il premio di miglior ulivo monumentale del 2018, che andrà all’ulivo millenario di Ostuni, sarà anche il riconoscimento dell’importante lavoro di conservazione e tutela che il proprietario svolge nel preservare questo patrimonio vivo della cultura pugliese.

Tra la giuria che ha selezionato e valutato gli ulivi vi sono: Enzo Suma, fondatore di Millenari di Puglia, che da anni porta avanti sia un censimento degli esemplari più straordinari, che un progetto fotografico di valorizzazione del grande patrimonio olivicolo; Silvana Bissoli, artista pirografa, che da tanti anni ha eletto l’ulivo come protagonista dei suoi lavori; Guido Palma, forestale esperto di alberi monumentali.
La foto notturna che ritrae l’ulivo Imperatore, vincitore della seconda edizione del Premio Giganti di Puglia, è stata scattata da Enzo Suma e fa parte di un progetto fotografico tuttora in corso e denominato “la vita segreta degli ulivi”.

Guarda Anche