cattedrale ostuni
cattedrale ostuni

Una piattaforma, non impattante, per consentire l’ingresso nella Basilica, anche alle persone con difficoltà motorie. Leggii per ipovedenti, ed un plastico che definisce l’intera Chiesa anche ad i non vedenti.

di Danilo Santoro

Sono questi alcuni degli elementi che rientrano nel progetto finanziato dal Rotary Club”Ostuni—Valle d’Itria—Rosamarina” per garantire anche alle persone con disabilità di poter fruire in ogni aspetto del ‘immenso patrimonio storico e culturale presente nella Concattedrale di Ostuni. Si tratta di ausili che possano consentire la completa ed autonoma fruizione del bene non solo ai diversamente abili ma alla cosiddetta “utenza ampliata”, ossia a tutte le persone che per situazioni o condizioni transitorie fisiche o di età non sono autonome. L’intero programma degli interventi sarà presentato giovedì prossimo 14 giugno in una cerimonia pubblica alla presenza di autorità civili e religiosi, e rappresentanti del Rotary.

Dopo la celebrazione eucaristica delle 19, con la partecipazione straordinaria della soprano Angela Sindeli, e gli indirizzi di saluto delle autorità presenti (Don Piero Suma, Parroco Santa Maria Assunta in Cattedrale; Gianfranco Coppola, sindaco di Ostuni; Gianni Lanzilotti, architetto e governatore Rotary Distretto 2120) interverranno: Gianmichele Pavone (Presidente Rotary Club”Ostuni—Valle d’Itria—Rosamarina”) per inaugurare il primo lotto del progetto “Concattedrale Accessibile”, e Gianfranco Mazzoccoli (amministratore Relais “La Sommità”) per presentare l’app “Guida della Cattedrale”.

Coordinerà la serata Ferdinando Sallustio. Nello specifico uno dei primi interventi prevede l’installazione di una “piattaforma elevatrice” per il superamento delle barriere architettoniche presenti all’esterno dell’edificio. In attesa delle autorizzazioni di legge da parte della Sovrintendenza per la realizzazione della rampa, il Rotary Club ha ultimato la prima parte del progetto all’interno e giovedì verranno inaugurati i leggii contenenti le descrizioni degli elementi di pregio storico, artistico, architettonico e religioso preparate dalla docente Enza Aurisicchio con caratteri leggibili per soggetti ipovedenti, in italiano ed in inglese corredate dalle foto dei dettagli più significativi. Uno dei leggii, posizionato all’ingresso dell’edificio, ospiterà invece un plastico riproducente la facciata e la planimetria della Concattedrale, per una percezione tattile a favore dei non vedenti.

Il gruppo “Relais la Sommità”, invece, ha donato alla Basilica un’applicazione. Il prezioso strumento digitale, realizzato con il supporto delle note storico descrittive elaborate dalle docenti Paola Lisimberti ed Enza Aurisicchio, è una guida multimediale messa punto per accrescere l’esperienza di visita con schede tradotte in inglese, francese, tedesco e spagnolo, per rendere l’immenso patrimonio artistico e culturale accessibile a turisti e visitatori di tutto il mondo.

Scelti per te