Bilancio di Previsione 2018, ecco le parole del Forum della Società Civile

Riceviamo e pubblichiamo la nota del presidente del forum della Società Civile prof. Vincenzo Cappetta sul bilancio di previsione 2018 che approderà quest'oggi alle 14.00 in consiglio comunale.

Comune di Ostuni
Comune di Ostuni

Riceviamo e pubblichiamo la nota del presidente del forum della Società Civile prof. Vincenzo Cappetta sul bilancio di previsione 2018 che approderà quest’oggi alle 14.00 in consiglio comunale.

L’assessore al Bilancio Maria Zurlo e il Dirigente ai servizi finanziari dott. Francesco Convertini, giovedì 12 aprile alle ore 18,30 nel salone comunale, hanno incontrate le Associazioni del Forum della Società Civile per illustrare il Bilancio di previsione del Comune di Ostuni per il 2018.

L’assessore Maria Zurlo ha indicato le linee generali del Bilancio di Previsione ed ha ricordato che le scelte sono state fatte nel rispetto delle direttive della riforma dell’ordinamento contabile degli enti locali ( D. Lgs 118/2011 e D. Lgs 126/2014) che prevedono il pareggio di Bilancio.

L’Amministrazione Comunale con le risorse disponibili ha cercato di rispondere ai bisogni dei cittadini, partendo dai più bisognosi e dai giovani. Si è risposto alle esigenze economiche e sociali per garantire lo sviluppo della Città. Nuove risorse sono state programmate dall’utilizzo dei fondi europei, dalla lotta alla evasione fiscale e dalla alienazione dei beni patrimoniali del Comune.

Notevole è stato anche l’impegno per la realizzazione delle opere pubbliche dalle strade alle scuole, alla pubblica illuminazione, al recupero della Pretura. L’assessore Maria Zurlo ha assicurato che per il 2018 i Tributi restano invariati.

Le Associazioni del Forum hanno lamentato il ritardo dell’ incontro per il Bilancio ed i tempi ristretti della convocazione, che hanno impedito a diverse associazioni di partecipare.
Si è preso atto che tributi e tariffe non aumentano, ma si è ricordato che c’era l’impegno, almeno per la Tari (tassa raccolta rifiuti), di andare a riduzione, visto il miglioramento della raccolta differenziata. Vanno comunque migliorati i servizi dallo spazzamento delle strade, al taglio dell’erba sotto i marciapiedi, alla pulizia del Centro Storico con servizio di mantenimento continuo.

Le Associazioni del Forum hanno chiesto un maggiore impegno finanziario per le fasce deboli della popolazione (portatori di handicap gravi, anziani ammalati, famiglie povere), per le iniziative rivolte ai giovani e per le attività produttive..
Le risorse economiche vanno recuperate da una più incisiva lotta alla evasione fiscale, va ampliata la platea dei contribuenti, potenziato l’Ufficio Tributi e il Corpo dei Vigili Urbani; l’enorme patrimonio edilizio presente sul territorio comunale può garantire risorse consistenti.

Si chiede una maggiore attenzione al settore turistico con il potenziamento dei servizi e delle iniziative culturali e ricreative da sviluppare nel corso dell’intero anno. Le risorse vanno recuperate dall’ampliamento dei contribuenti della tassa di soggiorno con la lotta agli evasori e con una più attenta gestione degli spazi pubblici occupati durante il periodo estivo. Le tariffe della Tosap, ferme al 2012, vanno adeguate e diversificate a partire dal Centro Storico (Piazza Libertà. Scalinata Antelmi, piazza Matteotti, strade e vie della Terra). Non si può permettere la speculazione di chi apre le attività di ristorazione nei tre mesi estivi e poi fugge via, lasciando il Centro Storico privo di servizi essenziali nel corso dell’anno.

Le associazioni del Forum non ritengono che sia una scelta appropriata svendere il patrimonio dei beni comunali per reperire risorse ai fini delle attività della Città.
Comunque va fatta una scelta oculata fra i beni disponibili. Le strutture che negli anni passati sono state al centro delle iniziative di sostegno sociale per i settori deboli della società vanno conservate, ristrutturate e rese agibili a partire dai locali del Centro sociale di Via Latilla, al Centro Arcobaleno di via Vincenti, al Filo di Arianna di via G. Palma. Assurda appare la scelta di svendere la scuola elementare “F. Vitale” che nei programmi di diverse amministrazioni comunali, che si sono succedute in questi anni, doveva ospitare gli uffici comunali a conclusione di un progetto che prevedeva il recupero di Piazza Libertà, la sua chiusura al traffico; il recupero del Palazzo Comunale ed il decentramento dei servizi. Contemporaneamente si era provveduto a realizzare i parcheggi e la viabilità alternativa a valle del Centro Storico.

Le Associazioni del Forum ritengono che vada dato maggiore impulso alla realizzazione di quelle opere pubbliche in itinere da alcuni anni come La Casa della Musica, la Scuola Media G. Bosco, la scuola Materna di via A. Moro, le strade comunali e rurali, il completamento della fogna e della acqua sulla costa. Va sollecitato il Consorzio ASI di Brindisi ad intervenire nella Zona Industriale per portare a termine le opere relative alla viabilità e all’arredo urbano (alberi, segnaletica). Uguale intervento va fatto nei confronti della Provincia di Brindisi per la manutenzione delle scuole superiori della Città.

Le Associazioni del Forum sollecitano una maggiore attenzione all’utilizzo dei fondi europei con la preparazione di progetti di recupero dei beni culturali e di sostegno allo sviluppo economico della Città, da inviare alla presentazione dei Bandi regionali. Non si può accettare che questi fondi non siano utilizzati o siano rinviati alla regione per ritardi ingiustificati.

Si chiede la dovuta attenzione agli Istituti della Partecipazione, che questa Amministrazione Comunale ha sostenuto e potenziato. Va costituito un capitolo di spesa per le iniziative e le attività che il Forum e le Consulte sviluppano durante l’anno. Vanno anche agevolate le iniziative culturali che le Associazioni sviluppano durante tutto l’anno. I costi dell’utilizzo delle strutture comunali dall’Auditorium della Biblioteca Comunale, al Salone ed al Chiostro del palazzo di Città vanno contenuti ad una partecipazione simbolica. In questo modo si agevola la partecipazione dei cittadini, delle associazioni e si arricchiscono le iniziative culturali della Città.

Le Associazioni del Forum si augurano la dovuta attenzione della Amministrazione Comunale e del Consiglio Comunale alle proposte avanzate per il migliore sviluppo sociale, economico e culturale della Città.

Segui qui la diretta

Guarda Anche
Scelti Per Te