WhatsApp Image 2017 03 03 at 21.44.58
WhatsApp Image 2017 03 03 at 21.44.58

Sul futuro dell’ospedale di Ostuni interviene al Nuovo Quotidiano di Puglia, Angelo Zaccaria segretario territoriale della F.s.i. Usae (Federazione sindacati indipendenti).

«Purtroppo quello che prevedevamo sta per verificarsi. Il pericolo di una grave emergenza per l’ospedale di Ostuni è sempre più concreto, ad iniziare, anche, da Cardiologia. Con solo due medici si rischia di non avere il servizio h 12 ambulatoriale. Situazione grave anche per pediatria – continua il segretario territoriale della F.s.i. Usae – che ha solo un servizio per sei ore cinque giorni alla settimana. Questo significa che per il resto della giornata e nei giorni festivi il pronto soccorso di Ostuni è scoperto di pediatri.

Per la mancanza della reperibilità nel reparto di chirurgia tra qualche giorno ci potrebbe essere un blocco di ricoveri in quanto la dotazione organica dei medici è insufficiente a garantire una turnazione regolare con reperibilità notturna. Il mancato riposo dei medici che con grande sacrificio psicofisico garantiscono assistenza ai degenti, potrebbe non essere rispettato. Ci risulta, poi, che i medici in servizio potranno garantire solo la pronta disponibilità per i degenti già ricoverati, quindi le emergenze chirurgiche- spiega Zaccaria – verrebbero trasferite nel pronto soccorso di Francavilla Fontana e Brindisi».

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...