STP
STP

Oltre 200 firme raccolte, tra famiglie che risiedono nella zona sia in inverno che in estate, studenti e turisti che abitualmente scelgono questa porzione di agro della Città Bianca.

Una petizione popolare avanzata ad Stp ed all’amministrazione comunale di Ostuni per valutare la possibilità di modificare il percorso degli autobus di linea, che dalla Città bianca conduce a San Michele Salentino. Attualmente il servizio viene svolto non tramite la provinciale che collega direttamente i due centri, ma attraverso la Sp28 Ostuni-Francavilla Fontana, utilizzando il grande rondò che canalizza verso le diverse direzioni di marcia.

«Chiediamo che possa essere modificata il transito: si scelga la Sp29, per effettuare la corsa Ostuni- San Michele Salentino. Nella tratta odierna, con direzione Francavilla, ci risulta da notizie certe che non vi è utenza che ne usufruisce, tranne che alle fermate del centro abitato di San Michele». Pochi sarebbero così i fruitori del servizio quotidiano, ad eccezione degli studenti che frequentano gli istituti scolastici di Ostuni e che quindi sono costretti ad utilizzare il mezzo pubblico per raggiungere la Città bianca. Spesso, così, capita che i pullman sono vuoti senza che nessuno salga o scenda dagli autobus di linea.

Sull’altro versante delle territorio ostunese, invece – come si legge nell’istanza protocollata all’amministrazione ed alla Stp- ci sarebbero numerose famiglie che potrebbero decidere di optare per l’autobus per raggiungere, a seconda delle esigenze, Ostuni o San Michele. Non solo residenti o studenti, ma anche i turisti che soggiornano tra i tanti b&b ed agriturismi della zona, e che potrebbero servirsi delle corse effettuate da Stp per visitare i due centri. Nella lettera protocollata al Comune di Ostuni ed all’azienda vengono evidenziate queste esigenze . «Nell’ altra provinciale da Ostuni a San Michele, attualmente non servita, vi sono decine e decine di famiglie- si legge nella missiva- che per esigenze personale degli adulti , ma anche dei nostri figli che devono recarsi a scuola, oltre agli ospiti delle strutture, potrebbero usufruire del servizio, se ve ne fosse la possibilità e se si decidesse di modificare la direzione della corsa, che conduce a San Michele Salentino, rispetto a quella attuale. Chiediamo all’amministrazione comunale, alla Stp, di valutare questa ipotesi di cambio di percorso, anche con l’apposizione di diverse fermare durante il tragitto».

A rispondere per l’azienda dei trasporti pubblici, al Nuovo Quotidiano di Puglia, l’ingegnere Teodoro Muscogiuri dirigente tecnico Stp. «La domanda dei cittadini seppur presa in considerazione dalla nostra società non può trovare accoglimento per una serie di ragioni, di diversa tipologia». Muscogiuri entra nel dettaglio di quali sarebbero gli impedimenti alla base dell’impossibilità di trasferire la corsa Ostuni- San Michele Salentino seguendo la Sp 29.«Parliamo di una strada abbastanza stretta, quindi il motivo principale riguarda la sicurezza- spiega il dirigente Stp- con tutta la nostra buona volontà parliamo di una provinciale con una serie di curve pericolose, per questo preferiamo la direzione verso Francavilla Fontana che è maggiormente percorribile, e sui cui abbiamo tutte le autorizzazioni al transito da parte della Provincia»

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...