Ostuni Alto
Ostuni Alto

Domenica 10 maggio u.s presso lo store Officine Tamborrino, sito in  Ostuni, si è svolta l’ iniziativa benefica a favore della popolazione del Nepal colpita dal disastroso terremoto, che continua con nuove scosse anche in questi giorni..

Una interessante serata all’insegna dei racconti, delle immagini e dei testi letterari di Franco Colizzi, Coordinatore AIFO Puglia, che ha visitato più volte quelle terre.

In occasione dell’evento, il gruppo AIFO di Ostuni, oltre a portare la testimonianza del referente cittadino, circa gli interventi di prima emergenza adottati dall’ Associazione, ha allestito un banchetto della solidarietà a sostegno della raccolta fondi, promossa dall’ONG WATCH (Women Acting Together for Change), per acquistare beni di prima necessità che verranno messi a disposizione delle famiglie (tenda, contenitore d’acqua con purificatore, stoviglie, fornello, coperta, zanzariera), dei bambini (kit scolastici e igienico-sanitari)  e delle comunità vulnerabili (servizi igienici temporanei e progettazione di case in tre villaggi attorno a Kathmandu assieme ad altre ONG), colpite dal sisma, nelle aree rurali dove ad oggi è più difficile che arrivino i soccorsi.

Nel corso della serata è stata raccolta la testimonianza della presidente del Villaggio SOS di Ostuni, Antonella Barletta, la quale ha informato che l’ associazione SOS Villaggi dei bambini è presente in Nepal dal 1970 con 10 villaggi, tre dei quali ubicati nelle immediate vicinanze dell’epicentro del sisma, nessuno dei villaggi ha per fortuna riportato danni; ha informato, inoltre, che l’Associazione si è immediatamente prodigata per prestare assistenza e primo soccorso, allestendo 14 spazi a misura di bambino, in grado di  accogliere oltre 1.100 bambini, che ricevono cibo e cure mediche; particolare  attenzione è rivolta all’identificazione e registrazione dei bambini non accompagnati, al fine di ricongiungerli, ove possibile, con le loro famiglie di origine.

Il presidente del coordinamento del Forum della Società Civile di Ostuni, Enzo Cappetta, accennando al rilancio che si intende dare al forum, di recente rinnovato, ha chiarito l’importanza di una azione congiunta e condivisa fra tutte le componenti della società civile, non solo per traguardare migliori risultati, ma anche perché il confronto costituisce una propizia occasione di crescita e di sviluppo di una comunità.

A termine della serata, tutte le associazioni presenti all’iniziativa (Cerchio della Vita, Volontariato Vincenziano, Aifo, Villaggio SOS, coordinamento del Forum della Società Civile), hanno  convenuto sulla opportunità di organizzare una giornata per la raccolta fondi a sostegno della popolazione del Nepal, attraverso un ulteriore e più ampio coinvolgimento di gruppi e associazioni presenti sul territorio, impegnandosi pertanto a dare ampia diffusione all’iniziativa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...