Grande partecipazione al convegno di ieri su: ‘I diritti delle persone con disabilità nel nostro territorio: quale futuro?’. Il video servizio.

Convegno Ambito Territoriale Disabilità
Convegno Ambito Territoriale Disabilità

Convegno sul  Tema: “I diritti delle persone con disabilità nel nostro territorio: quale futuro?”. Promosso dall’Ambito Territoriale Sociale BR2.

I Particolari nel Video Servizio di Angela Anglani

È stato promosso dall’Ambito Territoriale Sociale BR2 della Provincia di Brindisi (Comuni di Cisternino, Fasano e Ostuni), l’interessante convegno che si è svolto alla presenza di una foltissima platea presso l’ Auditorium della Biblioteca Comunale G. Semerano sul tema: I diritti delle persone con disabilità nel nostro territorio: quale futuro?. Vi hanno partecipato, l’ostunese Vincenzo Falabella, e Salvatore Nocera, rispettivamente Presidente nazionale e tecnico della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) per l’Inclusione Scolastica, Giampiero Griffo di DPI (Disabled Peoples’ International) e la dirigente della Programmazione Sociale Regionale Anna Maria Candela che ha dato grande impronta al convegno con la sua relazione. “Le persone con disabilità devono essere considerate titolari di diritti, non portatrici di bisogni. Una persona con disabilità partecipa come gli altri, se messo in condizione di partecipare, bisogna quindi abilitare le persone a fare le cose e “ri-abilitare” la società alla piena partecipazione di tutti . E’ quanto ha dichiarato Giampiero Griffo, uno dei “padri italiani” della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. “Ogni persona con disabilità deve essere accompagnata e supportata, tramite un progetto individualizzato a lungo termine a carattere socio educativo e riabilitativo, nell’intero arco di vita, con particolare attenzione all’inclusione sociale. Eppure, nella realtà, ancora oggi assistiamo a gravi discriminazioni e negazioni dei diritti basilari nei confronti delle persone con disabilità. In particolare, il nostro modello culturale e legislativo è ampiamente inclusivo rispetto alla disabilità, nell’esperienza quotidiana emergono però ancora numerose criticità che impediscono una piena espressione dei diritti delle persone con disabilità”. Magistrale l’intervento al convegno dell’avvocato Salvatore Nocera, tra i massimi esperti che il mondo associativo esprime sulla tematica dell’inclusione scolastica. Nocera ha fornito molte informazioni utili partendo sempre da un punto fermo comune: anche la normativa è un aiuto per l’inclusione scolastica dei bambini con disabilità. Bisogna quindi conoscerla o affidarsi a chi la conosce, come le tante grandi associazioni presenti sul territorio italiano che si occupano della questione. L’educazione inclusiva rappresenta il modo più efficace per garantire il diritto ad un’educazione di qualità a tutti, compresi quelli con disabilità, assicurandogli così piene opportunità di sviluppo e contribuendo a promuovere l’equità e la lotta alla povertà. Gli interventi di aiuto umanitario in contesti di emergenza, in considerazione del loro continuo aumento, rappresentano un ulteriore ambito in cui è necessario garantire la piena inclusione delle persone con disabilità, in modo da assicurare l’accessibilità ai servizi e l’esercizio dei loro diritti al pari degli altri.”Speriamo che questo sia solo il primo passo verso la creazione di una rete” da detto l’assessore alle Politiche sociali, Mirella D’Attoma ,“un sistema che consenta alle istituzioni di dialogare costantemente e meglio con associazioni di volontariato, sindacati e scuola .Il convegno vuole rappresentare un punto di partenza per un processo di condivisione e un dialogo costruttivo tra tutti per garantire la realizzazione dei diritti umani, in particolare delle persone con disabilità, l’occasione per un confronto su ciò che accade nel nostro Paese e quali potrebbero essere le migliori prospettive future”. Presenti al convegno anche il senatore Vittorio Zizza, il consigliere regionale Giovanni Epifani , il comandante GDF di Ostuni Gerardo Chiusano, l’assessore comunale fasanese Vito Martucci, i sindaci di Ostuni (Gianfranco Coppola) e Fasano (Lello Di Bari) e il vicesindaco di Cisternino Vito Zizzi unitamente alle associazioni di volontariato e a quelle sindacali impegnate sul fronte dei diritti dei lavoratori, dirigenti scolastici ed insegnanti di sostegno. Il convegno è stato è stato moderato da Francesco Pecere, presidente dell’Unitalsi di Ostuni.

Guarda Anche
Scelti Per Te